In queste foto le modelle “scompaiono” nel paesaggio

In queste foto le modelle “scompaiono” nel paesaggio

Gli spazi si possono riempire e svuotare, allo stesso modo. Uno street artist può trasformare un muro bianco e anonimo in un cielo cristallino, dandogli profondità e consistenza; all’inverso, un treno può mimetizzarsi con lo sfondo del paesaggio, e sparire, per non rovinare il colpo d’occhio della natura. Esiste però anche una terza via, rimanendo a metà strada: fondersi cioè con lo spazio, lasciando visibile parte della propria identità.

[advertise id=”hello-amazon”]

Il fotografo Tse Kao e lo studio di design Elsien Gringhuis hanno collaborato insieme al festival Wad & Design Symposium che ha avuto luogo nell’isola olandese di Schiermonnikoog. Insieme hanno dato vita a “Blendscapes” (un gioco di parole tra landscapes, paesaggi, e blend, mescolare), una bellissima serie fotografica che unisce, letteralmente, nello scatto l’abbigliamento delle modelle e il paesaggio che le circonda.

A guardare queste immagini, pubblicate sul profilo Instagram del fotografo, sembrano proprio esserci riusciti. Le modelle scompaiono nel cielo, nella terra, nell’acqua… senza, è bene precisarlo, usare photoshop o un altro programma che ritocchi l’immagine in postproduzione.

Ma come è stato possibile? Prima di tutto sono state scattate le foto delle location dove sarebbero state immortalate le modelle, e da lì sono stati creati diversi pezzi di abbigliamento che avessero stampati sopra i frammenti del paesaggio che sarebbero scomparsi dietro di loro.

“I capi di Elsien”, ha detto il fotografo in un’intervista: “Sono un’astrazione dei paesaggi di Schiermonnikoog”. Difficile dargli torto: sembra davvero che le ragazze siano incorporate nel paesaggio.

L’idea è nata prendendo spunto proprio dall’isola olandese. Nonostante infatti l’isola fosse frequentata da molti visitatori: “Era possibile muoversi”, ha ricordato il fotografo: “Senza incontrare nessuno, sentendosi quasi scomparire nella natura”.

Immagine via Instagram