Questo fotografo ha creato immagini gigantesche di insetti combinando migliaia di scatti

Questo fotografo ha creato immagini gigantesche di insetti combinando migliaia di scatti

La fotografia a volte ha i superpoteri e può cambiare molte cose: può ridare colore al nostro passato in bianco e nero, può trasformare un luogo mediocre in un posto incantevole ed è in grado di trasformare insetti in animali grandi 3 metri.

No, non parliamo di mutazioni genetiche da fumetto, ma del progetto fotograficoMicrosculpture” di Levon Biss. La particolarità di questo lavoro non consiste nel fotografare un insetto con uno solo scatto e stampare un ingrandimento, ma realizzare attraverso alcune tecniche di microfotografia un modello semi-3D con migliaia di immagini combinate.

Levon è un fotografo sportivo ma grazie al figlioletto si è avvicinato al mondo degli insetti. Questo interesse lo ha portato a consultare tantissimi archivi tra cui quello del Museo di Storia Naturale dell’università di Oxford. Affascinato dal dettaglio di ogni singolo animale Levon ha ritratto gli insetti scattando tra le 8mila e le 10mila foto per ogni opera. Ogni parte dell’animale è stata scattata tra le 600 e le 800 volte. A brevissima distanza dal soggetto la macchina fotografica aveva una profondità di campo stretta, soltanto una minuscola parte delle fotografie vengono a fuoco in queste condizioni, per questo ne ha scattate tante. Questo permette loro di essere ingrandite fino a un dettaglio senza precedenti. Per realizzare una singola opera che misura 2 metri per 1,5 ci vogliono circa due settimane di lavoro.

Ogni foto non è soltanto importante per la scienza ma anche per l’arte visto che si possono notare sfumature, colori e strutture che non siamo soliti associare a questi animali. Il lavoro di Levon non si ferma qui, vuole infatti creare al più presto una vera esperienza 3D in cui sarà possibile, all’interno di una mostra, guardare da vicino insetti grandi più di 15 metri.

Immagine tratta da Vimeo