Ecco come è stato realizzato questo scatto di un lago che si spezza

Ecco come è stato realizzato questo scatto di un lago che si spezza

Erik Johansson è un maestro della manipolazione fotografica. Artista digitale a tutto tondo, grazie alla sua fantasia sfrenata Erik riesce a realizzare scatti surreali attraverso idee originali armato di macchina fotografica e di tanta pazienza.

Il dibattito sull’uso di photoshop nelle foto è da sempre aperto e ricco di contrasti. Alcune immagini vengono ritoccate per far apparire un qualcosa più accattivante, altre volte senza usare photoshop si cerca l’angolo giusto per mostrare un luogo turistico che così unico non è. 

Nel caso però della fotografia d’arte photoshop si può rivelare un buon alleato se usato con sapienza. Erik in questo è un maestro e questo suo nuovo progetto fotografico e il video di preparazione stanno lì a dimostrarlo.

Per realizzare “Impact” l’artista ha dovuto lavorarci tanto tempo. Erik ha prima raccolto 17 metri quadrati di lastre di vetro trasparente. Posizionando sopra questi frammenti una canoa ha poi aggiunto in fase di postproduzione lo scenario di sfondo di un’immensa distesa d’acqua. Nella foto si può notare, nella sezione in alto, come scenda una linea, una frattura che si ricollega all’orizzonte spezzando il lago che si trova dietro. Le lastre di vetro reali servono a dare l’effetto ancora più realistico di frattura.

erik

Nel video qui sotto si possono vedere le vari fasi del progetto, partendo dalla bozza su carta. Una volta realizzato lo scatto migliore, con la luce giusta e la corretta disposizione delle lastre di vetro, Erik ha iniziato a lavorare all’opera davanti al computer. Ha cominciato a sovrapporre altri scatti di laghi e, una sull’altra, ha creato lo sfondo. Ogni singolo pezzo è stato immortalato e poi ritagliato per essere aggiunto alla fotografia finale

Il lavoro di Erik è durato mesi, e a volte quando pensiamo che photoshop sia d’aiuto e semplifichi le cose dobbiamo stare attenti e ricordarci il lavoro certosino di artisti come lui che riescono a trasformarlo in un vero e proprio pennello.

Immagine via Facebook