George Saunders: uno dei più grandi autori di racconti americani

George Saunders: uno dei più grandi autori di racconti americani

I racconti sono una forma di narrazione che ha tendenzialmente meno successo rispetto al romanzo. Ma ci sono scrittori che attraverso la forma-racconto hanno realizzato dei veri e propri capolavori. Come Hemingway, Alice Munro e Raymond Carver. Uno dei grandi talenti contemporanei del racconto è George Saunders.

Nonostante abbia esordito relativamente tardi, a 38 anni, da allora Saunders ha ottenuto riconoscimenti prestigiosi. Oltre ad aver vinto svariati premi—il National Magazine Award per quattro edizioni, e il Man Booker Prize—è stato anche insignito della MacArthur Fellowship e della Guggenheim Fellowship. Le borse artistiche per grandi talenti nel mondo dell’arte.

La gioventù e l’esordio letterario

La prima parte della vita di George Saunders ha avuto poco a che fare con la letteratura. La formazione dello scrittore, infatti, è stata di tipo scientifico. Nato ad Amarillo, in Texas, nel 1958—ma cresciuto a Chicago—all’università il futuro scrittore aveva deciso di studiare ingegneria geofisica. Nel 1981, consegue il Bachelor of Science.

Per diverso tempo Saunders ha spiegato che secondo lui l’originalità del suo stile è dovuta proprio alla sua formazione scientifica.

È solamente il risultato del mio background: io che lavoro in modo inefficiente, con strumenti difettosi, in un ambiente in cui non ho abbastanza conoscenza per comprendere tutto. Come se si mettesse un saldatore a disegnare vestiti.

A metà degli anni Ottanta, però, Saunders decide di dedicare parte del suo tempo alla sua vera passione: la letteratura. Si iscrive al corso di scrittura creativa della Syracuse University, conseguendo un Master of Fine Arts nel 1988. A questo punto, inizia una collaborazione sporadica—e poi sempre più intensa—con le riviste letterarie, a cui invia racconti.

Le opere

Nel 1996, infine, debutta nel mondo dell’editoria. Esce infatti la sua prima raccolta di racconti: Il declino delle guerre civili americane. Una raccolta di racconti che mostra subito la peculiarità della prosa e dei temi di Saunders. I racconti del libro mostrano l’America non tanto attraverso delle storie collegate narrativamente alla società, ma attraverso la confusione di immagini e impressioni che suscitano.

La raccolta ottenne delle recensioni entusiaste: nel panorama letterario americano, era appena apparso un grande talento dal nulla.

Le produzioni di Saunders sono diradate, ma ogni volta che sono uscite, hanno ottenuto sempre grande attenzione. Dopo la prima raccolta, nel 2000 è uscito Pastoralia. E successivamente Nel paese della persuasione (2006) e Dieci dicembre (2013).

Nel 2017, Saunders decide di scrivere il suo primo romanzo: Lincoln nel Bardo. La storia ha come protagonista il celebre presidente degli Stati Uniti, che dopo la morte del figlio si interroga sulla vita in quello che Saunders chiama “il Bardo”. Uno spazio extradimensionale a metà strada fra la vita e la morte.

Il primo romanzo dell’autore è stato un enorme successo, e gli ha permesso di vincere il Man Booker Prize.

Le tematiche di Saunders

La caratteristica più spiccata dei lavori di Saunders è la vena tragicomica. Spesso paragonato a Kurt Vonnegut, lo scrittore statunitense ha un grande talento nell’usare la comicità per dare peso alle sue storie. E non stiamo parlando di ironia sterile: nei suoi racconti il comico ha sempre una funzione narrativa. Mettere in risalto il lato più profondo delle sue storie.

D’altra parte, le tematiche affrontate dall’autore sono fra le più attuali e serie: il fervore consumista senza senso, il potere adulante dei mezzi di comunicazione, e il modo in cui la cultura contemporanea sia frazionata e priva di spinta.

Immagini: Copertina