Grafologia: cosa dice di te la tua scrittura?

Grafologia: cosa dice di te la tua scrittura?

Utilizzando ogni giorno computer, tablet o altri device per comunicare, prendere appunti e lavorare, stiamo perdendo l’abitudine di scrivere a mano. Uno sviluppo tecnico piuttosto comodo, ma che in un certo senso ha reso la scrittura più anonima. Oltre allo stile nell’utilizzo della prosa, infatti, ogni persona possiede un proprio stile calligrafico che secondo alcuni può addirittura descriverne il carattere.

La grafologia è quella disciplina psicologica che suppone di poter desumere gli aspetti salienti del carattere di una persona studiando i tratti della sua scrittura. Analizzando la profondità del tratteggio, la distanza fra le parole e la dimensione delle lettere, secondo i grafologi, si può infatti risalire ad aspetti come il senso di inferiorità, la sicurezza, l’apertura mentale e l’ambizione di una persona.

In questo video qui sotto Mike Mandel, esperto di scrittura a mano, introduce attraverso alcuni esempi le basi della grafologia.

Uno degli aspetti salienti della grafologia è l’inclinazione della frase rispetto al rigo della pagina su cui si sta scrivendo, se la progressione della scrittura è ascendente l’indicazione psicologica corrisponde con le caratteristiche di un individuo che ha grandi aspirazioni, e tende a stimare molto le proprie azioni. Nel caso di una persona il cui tratteggio è discendente, al contrario, le caratteristiche salienti sono la bassa autostima e la modestia nell’individuare degli obiettivi alla propria portata.

Un altro aspetto da tener presente è la profondità del tratto: più una persona ha avuto trascorsi difficili nel suo passato, più sarà portata ad avere un tratto pesante; mentre un tratto leggero indica serenità ed equilibrio. Oltre a questo poi c’è la forma delle lettere prodotte: più le curve sono rotonde, più indicano adattamento all’ambiente e altruismo; mentre chi possiede una scrittura molto spigolosa sarà portato a essere più egocentrico e meno disposto a scendere a compromessi.

Oltre a questi aspetti ci sono anche quelli che riguardano le singole lettere. Secondo Mike il modo in cui scriviamo la “g“, in particolare il cerchio sotto la riga, indicherebbe il numero di amici di cui si ha bisogno, le aspirazioni economiche e la carica erotica. Insomma, dietro ogni aspetto della calligrafia c’è una caratteristica psicologica che gli corrisponde.

Immagini: Copertina