Le grandi mostre a Roma dell’autunno 2018: Andy Warhol e Jackson Pollock

Le grandi mostre a Roma dell’autunno 2018: Andy Warhol e Jackson Pollock

Non solo Caravaggio. Un’altra superstar dell’arte è pronta ad approdare a Roma con le sue opere. Stiamo parlando di Andy Warhol che dal 3 ottobre 2018 al 3 febbraio 2018 sarà in mostra al Complesso del Vittoriano – Ala Brasini.

Andy Warhol: la Pop art in mostra a Roma

Le grandi mostre dell’autunno 2018 a Roma partono con l’esposizione di 170 opere dell’artista di Pittsburg, famoso per aver dato valore artistico ai “feticci” della cultura pop occidentale. C’è molta attesa per conoscere una delle mostre più importanti della capitale del prossimo autunno dedicata alla Pop art. Ma non solo al Complesso del Vittoriano. Andy Warhol e la Pop Art saranno al centro di una grande esposizione nel 2019 ai Musei Vaticani. In questo caso con le “opere religiose e spirituali” dell’artista statunitense, a partire da “The Last Supper” ispirata a Leonardo.

La mostra al Complesso del Vittoriano è realizzata in occasione del novantesimo anniversario nascita di Warhol e parte dalle origini artistiche della Pop Art. Nel 1962 inizia a creare le serigrafie della Campbell’s Soup, la zuppa al pomodoro in scatola più famosa degli Stati Uniti. Seguono le serigrafie su Elvis, Marilyn Monroe e la Coca-Cola. Nell’immaginario collettivo Warhol è riuscito a decifrare l’universo pop meglio di chiunque altro e a rendere la massificazione un valore artistico. Tra le opere più importanti in mostra al Complesso del Vittoriano, troviamo le serigrafie di Marilyn Monroe e Liz Taylor.

Andy Warhol, Marilyn, 1967, Serigrafia su carta, 91,4x91,4 cm © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2018 per A. Warhol

Andy Warhol, Marilyn, 1967, Serigrafia su carta, 91,4×91,4 cm © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2018 per A. Warhol

Jackson Pollock e gli “Irascibili” in mostra a Roma

L’arte americana del ‘900 non si ferma alla Pop Art. Sempre al complesso del Vittoriano, Ala Brasini, dal 10 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019, ci sarà una mostra parallela dedicata alle opere più significative della collezione del Whitney Museum di New York, ovvero agli artisti della Scuola di New York, tra cui Jackson Pollock, Mark Rothko, Willem de Kooning, Franz Kline e molti altri rappresentati della Scuola di New York. La scuola chiamata degli ”Irascibili” è quel gruppo di quindici artisti che vissero e lavorarono con Pollock nella New York del secondo dopoguerra.

Tanti i nomi di riferimento, da Kline a Gorky, Rothko, De Kooning, Barziotes, Motherwell. Il gruppo di artisti si ritrovò a New York, carico di idee e belle speranze, dalla più profonda provincia americana. Come Pollock che giunse a Manhattan negli anni ‘30 dallo stato rurale del Wyoming. Questi artisti si formarono e rimasero impressionati dall’arte europea che in quegli anni arrivò a New York grazie a delle grandi mostre nei più importanti musei, come il Moma.

Jackson Pollock e l’espressionismo astratto

Ma cos’è che accomuna questi artisti? La formula che racchiude la loro arte è l’espressionismo astratto, riassumibile nella cultura dell’incoscio e nell’action painting. Pollock è stato uno degli esponenti principali dell’action painting che per anni ha ottenuto ampio consenso tra i critici d’arte, ma anche durissime critiche. Pollock dipingeva attraverso la tecnica del dripping, ovvero facendo gocciolare il colore su una tela stesa sul pavimento, lanciando il colore e ricreando un effetto sorpresa. La mostra di Roma prevede l’allestimento di 50 opere – tra cui la celebre Number 27, la grande tela di Pollock lunga oltre 3 metri con pennellate di nero e colori più chiari, che è sintesi dell’espressionismo astratto. Ma cosa rende Pollock unico? L’artista ha sempre dichiarato di lavorare come in uno stato di trance. Quando lanciava i suoi schizzi di colore ne uscivano delle tele ricche di genialità, modellate sulla casualità.

POLLOCK_ROMA_N.27

Jackson Pollock Number 27, 1950 Olio, smalto e pittura di alluminio su tela, 124,6×269,4 cm © Jackson Pollock by SIAE 2018 © Whitney Museum of American Art

Informazioni sulle mostre di Warhol e Pollock a Roma
La mostra Andy Warhol è prodotta e organizzata da Arthemisia in collaborazione con Eugenio Falcioni & Art Motors srl e curata da Matteo Bellenghi.

Andy Warhol
Complesso del Vittoriano – Ala Brasini
Dal 3 Ottobre 2018
Info biglietti: sito ufficiale della mostra

Pollock e la Scuola di New York
Complesso del Vittoriano – Ala Brasini
Dal 10 Ottobre 2018
Info biglietti: sito ufficiale della mostra

Biglietto congiunto Warhol e Pollock
Acquistabile solo in cassa al momento dell’ingresso
Intero € 24,00. Ridotto € 20,00. Bambini € 8,00

Foto cover
Andy  Warhol, Liz,1964. Serigrafia su carta, 58,7×58,7 cm, collezione privata, Milano, © The Andy Warhol Foundation for the Visual, Arts  Inc. by SIAE 2018 per A. Warhol
Tutte le foto per gentile concessione dell’ufficio stampa Arthemisia