Il Guggenheim ha digitalizzato 1700 opere di arte moderna

Il Guggenheim ha digitalizzato 1700 opere di arte moderna

Il mondo dell’arte si sta avvicinando sempre di più a una dimensione digitale: è un’evoluzione naturale, visto il ritmo con cui la tecnologia sta diventando parte integrante della nostra vita. Internet permette di poter fruire e ammirare le opere d’arte anche dall’altra parte del mondo. Come dimostrato recentemente dal Guggenheim.

Moltissimi musei e collezioni, infatti, stanno digitalizzando parte delle opere che conservano: dopo le antiche stampe giapponesi messe a disposizione dalla Biblioteca del Congresso Statunitense, e le mostre del MoMA disponibili online, anche la fondazione Guggenheim ha deciso di immettere nel circuito digitale molte delle sue opere.

Sparsa in quattro sedi— New York, Venezia, Bilbao e Abu Dhabi—la collezione permanente di questa fondazione contiene più di 7000 pezzi di arte moderna. Fra questi ci sono i capolavori immortali di pittori e artisti come Picasso, Modigliani e Pollock. E adesso, in una sezione adibita del sito ufficiale, è possibile ammirare oltre 1700 opere d’arte realizzate da 625 artisti diversi.

gugge-1

Dai dipinti di Monet, fino alle performance di Marina Abramovic: adesso la celebre fondazione rende possibile dare uno sguardo gratuito alla storia dell’arte del Ventesimo secolo. Il motore di ricerca ti consente di spaziare in lungo e in largo fra le opere disponibili: selezionando autori, date di realizzazione e correnti artistiche. Se ad esempio desideri approfondire le correnti post-impressioniste, ti basta digitare le giuste chiavi di ricerca per ammirare tutte le opere catalogate.

La maggior parte delle immagini è accompagnata da una guida digitale, che aiuta gli utenti a individuare le sfumature dell’opera e i vari rimandi concettuali e teorici. Il catalogo online presenta opere che accontentano tutti i gusti: dalle serie fotografiche di Cindy Sherman alle opere di Mark Napier o Robert Mapplethorpe.

gugghe-2

La risoluzione delle immagini è ottima, e le tools della pagina consentono di ingrandirle per ammirare le opere nel dettaglio: una vera e propria galleria digitale gratuita, che tenta di attirare soprattutto l’attenzione di coloro che non hanno mai avuto modo di appassionarsi al mondo dell’arte.

Questa svolta digitale, insomma, porta con sé una certa democratizzazione dell’arte: un tempo soltanto chi poteva permettersi di visitare i musei più importanti del mondo era in grado di ammirare approfonditamente certe opere, mentre adesso con un semplice click si possono visionare nel dettaglio le opere più importanti dell’arte.

gugge-3

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3