Una guida per prepararci agli Oscar

Una guida per prepararci agli Oscar

Gli Oscar sono sempre gli Oscar. Un evento che riesce a raccogliere l’attenzione anche degli appassionati di cinema più radicali. Per quanto siano concentrati quasi esclusivamente sul cinema americano, scoprire il verdetto della cerimonia è sempre interessante e fare il tifo per un film la rende divertente.

La serata di consegna dei premi americani è arrivata alla sua 88esima edizione. Il 14 gennaio sono state annunciate le candidature e anche quest’anno ci troviamo di fronte a due film, in particolare, pronti a spartirsi le statuette. Da una parte Revenant – Redivivo con ben 12 nomination e dall’altra Mad Max con 10.

A condurre l’evento, anche quest’anno, sarà il comico Chris Rock. La diretta verrà trasmessa in più di 220 Paesi, il 28 febbraio. Anche in Italia la potremo vedere in chiaro su Cielo.

Per dare anche noi il contributo a questa grande festa del cinema abbiamo deciso di riassumere i film candidati nelle categorie più importanti assolutamente da non perdere. C’è un mese di tempo per vederli tutti.

Miglior film

È sicuramente la statuetta più ambita di tutta la cerimonia. Quest’anno a contendersela saranno registi che hanno fatto la storia di quest’arte. Insieme a La grande scommessa, Brooklyn, Room e il caso Spotlight ci saranno le opere di Spielberg, Miller, Scott e Inarittu. La particolarità dei film di questi 4 registi è l’ambientazione sempre diversa che rende più variegata la scelta: Il ponte delle spie, ambientato durante la guerra fredda, Mad Max, ambientato in un futuro post apocalittico, Sopravvissuto, ambientato su Marte e Redivivo, film storico ambientato nel 1823.

Miglior regia

Si tratta di un premio più tecnico. I candidati alla statuetta sono gli stessi che ritroviamo tra quelli in lizza per il miglior film con l’amara esclusione di Steven Spielberg.

Miglior attore protagonista

Nel caso di Sopravvissuto e Redivivo, i film sono quasi interamente centrati sui due attori protagonisti: da una parte Matt Damon e dall’altra Leonardo di Caprio. Difficile immaginare un premio dato a qualche altro film, anzi viene il dubbio che questi film siano stati fatti apposta per dare la statuetta ai loro due attori. Ma bisognerà tenere d’occhio anche gli underdog Bryan Cranston in L’ultima parola-la vera storia di Dalton Trumbo e Michael Fassbender nel ruolo di Steve Jobs.

Miglior attrice protagonista

Nel caso delle donne in gara dobbiamo cambiare completamente film, e il programma si arricchisce di nuovi titoli. In lizza per la statuetta di miglior attrice protagonista ci sono Cate Blanchett per Carol, Jennifer Lawrence per Joy e Charlotte Rampling per 45 anni. Loro sembrano essere le tre favorite, anche se Brie Larson e Saoirse Ronan hanno dalla loro due parti impeccabili.

Miglior film straniero

C’è spazio anche per opere non americane. Dopo aver superato lunghe selezioni la cinquina che gareggerà per la vittoria è composta da un film colombiano, francese, ungherese, giordano e danese: El abrazo de la serpiente, Mustang, Il figlio di Saul, Theeb e A War.

Miglior colonna sonora

Ennio Morricone + Quentin Tarantino esiste di meglio?

Immagine tratta da YouTube