I passi dei libri dedicati a Milano in una splendida mappa letteraria

I passi dei libri dedicati a Milano in una splendida mappa letteraria

Milano vicino l’Europa […] Milano che quando piange, piange davvero […] Milano a portata di mano ti fa una domanda in tedesco e ti risponde in siciliano.

Così cantava Milano Lucio DallaMa non è certo stato l’unico. Il capoluogo lombardo è stato il protagonista di molti brani musicali, non solo come sfondo. Enzo JannacciAdriano CelentanoAlberto FortisBaustelle. Generazioni di musicisti ne hanno cantato la bellezza, spesso ossimorica: tra l’ironico e l’innamorato, tra l’essere e l’apparire, tra l’amaro e l’agrodolce.

Milano tu non trattarmi così, Milano sono contento che ci sei, Milano sii buona almeno tu.

Milano è anche una città vecchia e nuova insieme. La location perfetta di molti film, dai capolavori di De Sica a quelli futuristici di Gabriele Salvatores

Milano e la letteratura

Tra le sue vie, le piazze, nelle sue chiese e biblioteche, nel corso di secoli si sono ritrovati scrittori, drammaturghi, poeti, italiani e internazionali, che l’hanno celebrata in versi e in prosa. E questa mappa letteraria vuole raccogliere tutti questi omaggi.

Sono oltre 700 le citazioni finora collezionate. Dall’Ottocento alla letteratura contemporanea. Dal Teatro della Scala allo stadio di San Siro. Da Vigentino a Quarto Oggiaro. Scrittori italiani (Savinio, Guareschi, Buzzati e tantissimi altri) e stranieri (Byron, HemingwayTwain…) 

Giorgio Tacconi, il presidente dell’associazione Quarto Paesaggio che l’ha realizzata, in un’intervista a illibrario ha detto che “l’idea della mappa è nata per creare a Milano una comunità di lettori e associare i luoghi della città ai libri che li hanno usati come ambientazione”.

Rimestando questi problemi giunse in piazza della Scala. Ed ecco i pensieri sgradevoli fuggire via alla vista consolante del fermento alla porta del teatro […] Mentre stava per cominciare una notte minacciosa, forse anche tragica, la Scala, impassibile, mostrava lo splendore degli antichi tempi.

Le citazioni, come questa riportata da Paura alla Scala (un racconto di Dino Buzzati), sono integrali. Non si è voluto soltanto mettere un’icona colorata sulla mappa, ma mostrare la passione autentica per la letteratura, come ricerca filologica e amore della parola.

Per fare qualche esempio, nella sola piazza del Duomo si contano più di 20 citazioni. Da La vita operosa di Massimo Bontempelli a quelle tradotte di Mark Twain:

Una giungla di aggraziate guglie, luccicanti nella luce ambrata del sole, si è lentamente elevata sui tetti bassi delle case […] la cattedrale. Così imponente, così solenne, così grande! Eppure così delicata, così eterna, così elegante!

Come funziona la mappa

La ricerca è estremamente intuitiva. Si può seguire la traccia sia del nome dello scrittore che quello della zona che si vuole visitare “letterariamente”. Per attivare la ricerca ingrandisci la mappa qui sopra “a tutto schermo” e clicca sulla lente di ingrandimento. 

Ad esempio. Voglio sapere quali luoghi Alberto Savinio, fratello di Giorgio de Chirico, scrittore sopraffino, ha citato durante il suo soggiorno milanese. Trovo 24 risultati. Clicco su “Via Brera 30” e leggo un frammento da Ascolto il tuo cuore, città.

[…] Fu allora, Milano, che in silenzio, tra me e il tuo cuore, ti feci la mia promessa. Tornare a te. Chiudere in te la mia vita. Tra le tue pietre, sotto il tuo cielo, tra i tuoi conclusi giardini. Amen. Sopra il portone del numero 30 di via Brera, questa insegna: Impresa Pulizia Speranza. Che aggiungere? È detto tutto.

Altrimenti, posso provare per luoghi. Galleria Vittorio Emanuele II: 12 risultati, da Emilio De Marchi ad Antonio Scurati. Ho l’imbarazzo della scelta.

La cosa bella del progetto è che è vivo e aperto, e tutti possono contribuire ad arricchire la mappa. Lo si può fare contattando il profilo Facebook di Quarto Paesaggio, inviando la propria citazione

Immagine di copertina