Il libro di ricette surrealiste di Salvador Dalí

Il libro di ricette surrealiste di Salvador Dalí

Nonostante Salvador Dalí sia ormai noto per essere stato uno dei più grandi artisti surrealisti dello scorso secolo, i suoi programmi iniziali erano ben diversi: avrebbe voluto fare il cuoco. Almeno questo è ciò che disse ai suoi all’età di sei anni. Come abbiamo visto, le cose alla fine sono andate molto diversamente, ma forse non tutti sanno che questa sua passione riuscì, a modo suo, a coltivarla.

Tanto che, nel 1973, pubblicò un libro di ricette culinarie: Les Diners de Gala. Già dal titolo si capisce che non si tratta di un classico ricettario, ma di un’opera d’arte quasi biografica. Quel “Gala” posto alla fine, infatti, ha un duplice significato: da un lato riecheggiava le cene di gala tanto frequentate dall’artista a Parigi, e dall’altro si riferiva alla moglie—che di cognome faceva Gala—avvezza nell’organizzare cene per gli ospiti.

Non si trattava, ovviamente, di cene classiche. Una volta entrati nella dimora dell’artista spagnolo, gli ospiti, già avvisati di “vestire un costume adatto”, si trovavano ogniqualvolta di fronte a tavolate esagerate di cibo mentre animali selvaggi scorrazzavano liberamente nell’ambiente.

Particolarità a parte, la bella notizia è che la casa editrice Taschen ha deciso di ristampare il libro dopo oltre 40 anni, per diffonderlo davvero e farlo conoscere al grande pubblico, dato che durante la prima stampa vennero sfornate solo 400 copie. Al suo interno, troverai la bellezza di 136 ricette, suddivise in 12 capitoli.

Si tratta di ricette alquanto surreali, insolite, alle volte di difficile realizzazione. Ad esempio: “Cotolette di vitello farcite di lumache”, “Pasticcio di rane” o “Uova invecchiate di mille anni.” Ma se volessi provarle o acquistare il libro solo per le bellissime illustrazioni, presto potrai farlo. Anche se la data ufficiale del libro non è stata ancora confermata, non sembra manchi molto. Infatti si può già ordinare su Amazon.

Immagine via Facebook