Il film su Van Gogh realizzato con quasi 60mila dipinti a olio

Il film su Van Gogh realizzato con quasi 60mila dipinti a olio

Molti dei grandi artisti che hanno condizionato la storia, lo hanno fatto non soltanto attraverso le loro opere, ma anche a causa delle loro vicende umane. Da sempre, ad esempio, la vita di Vincent Van Gogh affascina i registi di tutto il mondo, che girano film biografici sulla sua storia.

AltmanResnais, Minnelli: sono molti gli esempi di registi che hanno proposto film sulla vita dell’artista. L’ultimo progetto si chiama Loving Vincent, un film animato composto da quasi 60.000 inquadrature “dipinte” realizzato dalla regista polacca Dorota Kobiela e il regista inglese Hugh Welchman.

Loving Vincent è stato prodotto in parte grazie a un finanziamento ottenuto tramite Kickstarter, e il progetto è stato fin da subito presentato come un biopic animato che avrebbe ripercorso interamente la drammatica vita di Van Gogh.

La lavorazione è partita nel 2011 e ha coinvolto molti artisti diversi che hanno lavorato alle animazioni del film, utilizzando l’applicazione Painting Animation Workstation. Gli 80 minuti circa del film sono composti da una serie di dipinti a olio ricomposti digitalmente, circa 12 per secondo.

Ogni dipinto ricalca lo stile utilizzato dall’artista olandese, come se fosse stato lui a dipingere le immagini che raccontano la sua storia. L’intenzione principale dei due ideatori di Loving Vincent è quella di restituire dignità artistica anche alla vita di Van Gogh. Kobiela e Welchman sono convinti che la biografia di un artista debba essere un complemento dell’arte prodotta da quest’ultimo e non un semplice espediente per interpretarla. Per questo motivo hanno deciso di utilizzare il mezzo espressivo prediletto da Van Gogh: la pittura.

Immagini: Copertina