In quattro anni, questa mamma ha cucinato 650 ricette dal mondo per la figlia

In quattro anni, questa mamma ha cucinato 650 ricette dal mondo per la figlia

Un genitore sa quanto sia difficile preparare il pranzo e la cena per un figlio. I gusti dei più piccoli sono spesso incomprensibili e intransigenti. Il modo migliore sarebbe quello di abituarli ai gusti più vari, sempre nuovi.

È quello che ha pensato Sasha Martin, una madre e cuoca americana, quando ha iniziato a cucinare per la figlia di pochi mesi ricette provenienti da ogni parte del mondo. Per quattro anni ha cucinato più di 650 piatti da più di 190 Paesi, servendoli alla figlia.

L’intento di Sasha era quello di rendere la cucina internazionale accessibile e divertente. Lei e il marito, come spesso accade nelle famiglie con la nascita di un figlio, non hanno più avuto il tempo di viaggiare. Così hanno trovato un’alternativa: portare il mondo nella propria tavola.

Le ricette non sono state semplici da preparare: non era facile trovare nel bel mezzo degli Stati Uniti tarantole da friggere o vermi del Sudafrica. Per questo motivo sono state leggermente modificate: Sasha non voleva scioccare la figlia facendole assaggiare sapori estremi, ma semplici, sani e soprattutto gustosi.

La maggior parte delle ricette è stata preparata con ingredienti disponibili in ogni città. L’ordine di preparazione è stato quello alfabetico, così Ava, la figlia di Sasha, ha iniziato a 7 mesi con il Kabeli Palau dell’Afghanistan e ha finito con dolci dello Zimbabwe.

Passando per il caviale (non un successo), il succo di cocomero del Ghana, i peperoni del Laos e le torte allo zenzero dell’Estonia.

Quello che ha reso il cibo ancora più delizioso per Ava è stato prepararlo insieme alla madre. Gli involtini vietnamiti, il sushi, il pane… Un’esperienza umana, prima che culinaria, che ha spinto Sasha a scrivere un libro per raccontarla e consigliarla alle famiglie di tutto il mondo.

Immagine tratta da YouTube