Conosciamo la capitale della cultura del 2019: Matera

Conosciamo la capitale della cultura del 2019: Matera

Nel 2019 la capitale della cultura europea sarà Matera. All’interno del panorama culturale italiano non si parla spesso di questa splendida città della Basilicata, ma in realtà Matera è da diverso tempo un punto di riferimento importante per il mondo della cultura italiana.

Dagli anni Cinquanta in poi, Matera è stata un centro di sperimentazione per molti cineasti e artisti italiani e ha vissuto una grandissima crescita passando da essere una città non molto appetibile in cui vivere a la prima città del sud a essere nominata patrimonio dell’umanità.

L’esempio che Matera ha incarnato dovrebbe essere seguito da molte altre città italiane: individuare e recuperare, attraverso un programma organizzato nel modo adeguato, le proprie ricchezze artistiche: organizzando iniziative in grado di rendere partecipi i cittadini e incentivando la vita culturale della città. Per questo motivo abbiamo pensato di mostrarti alcune delle attrattive maggiori di Matera.

I Sassi

I Sassi sono un antichissimo insediamento abitativo di Matera costruito nella roccia tufacea sul fianco del vallone Gravina e che nel 1993 è stato dichiarato dall’Unesco “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”. Le costruzioni si intrecciano fra di loro formando un panorama impressionante: grotte adibite ad abitazioni, vicoli tortuosi, chiese rupestri, terrazzamenti, giardini, e cunicoli sotterranei.

La cattedrale di Matera

Dal colle della Civitas, il punto più alto della città, la cattedrale di Matera offre una splendida veduta sul Sasso Barisano. La costruzione, risalente al XIII secolo, è stata effettuata sui resti del monastero benedettino di Sant’Eustachio. Dal 1627 la cattedrale fu dedicata alla Madonna della Bruna e a Sant’Eustachio, protettori della città.

matera-2

Parchi e riserve naturali

La bellezza della natura che circonda Matera è impressionante. Attorno e all’interno della città, infatti, ci sono il Parco della Murgia Materana, la Riserva Regionale San Giuliano e il Colle Timmari. In questi parchi e riserve non vivono soltanto rare specie animali e floreali, ma sono custoditi anche reperti di grande valore storico.

matera-3

Le chiese rupestri

Matera è famosa per un’altra caratteristica che arricchisce enormemente la città: le chiese rupestri. Risalenti all’Alto Medioevo, queste chiese vennero costruite nelle grotte della Gravina da monaci benedettini e bizantini durante il periodo in cui nel cristianesimo si stava diffondendo il monachesimo.

matera-4

La cripta del peccato originale

Definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre, questa cripta magnificamente affrescata è stata riportata alla luce nel 1963. Gi affreschi che adornano le sue pareti sono senza ombra di dubbio una delle migliori testimonianze dell’arte più avanzata dell’Alto Medioevo.

matera-5

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3 | 4