La mostra multimediale a Venezia che celebra i 750 anni dalla nascita di Giotto

La mostra multimediale a Venezia che celebra i 750 anni dalla nascita di Giotto

Se hai già visto la mostra di Damien Hirst a Venezia, è arrivato il momento di appuntarti un altro grande appuntamento da non perdere in laguna. Stiamo parlando di “Magister Giotto“, una grande mostra multimediale—allestita nella Scuola Grande della Misericordia—aperta ai visitatori il 13 luglio. L’occasione? Celebrare i 750 anni dalla nascita di Giotto da Bondone (1267 –1337), uno dei più grandi pittori e architetti italiani della storia.

giotto

L’artista fiorentino è stato tra i primi a introdurre durante il medioevo elementi fortemente innovativi come il chiaro scuro e l’idea di prospettiva. Per quanto riguarda in particolare la prospettiva concepita da Giotto, questa è conosciuta oggi dagli addetti ai lavori come a “spina di pesce”. Detto in parole semplici, ciò significa che le linee di fuga non convergono su un unico punto come capita nei dipinti di oggi, ma su vari punti disposti lungo un’asse.

Al di là dei tecnicismi, però, c’è un aneddoto—solitamente raccontato agli studenti per introdurli al maestro toscano—che è bene ricordare. In un libro scritto nel 1550 dallo storico d’arte Giorgio Vasari, si racconta che, per dimostrare a Papa Benedetto XI le sue abilità, Giotto disegnò a mano libera un cerchio perfetto senza nessuna difficoltà.

Visto che il libro è stato scritto oltre 200 anni dopo la morte di Giotto e non si trovano altre testimonianze al riguardo, non si sa se effettivamente questa dimostrazione sia avvenuta o meno. L’unica cosa certa è che le testimonianze pittoriche arrivate fino a noi illustrano che potrebbe essere stato un accadimento plausibile.

Proprio tali testimonianze pittoriche saranno al centro della mostra: saranno proiettati gli affreschi di Assisi, i vari crocifissi, la Cappella degli Scrovegni. Fino ad arrivare alla presentazione della Missione Giotto del 1986 che permise l’individuazione della cometa di Halley raffigurata nell’Adorazione dei Magi per la prima volta dal pittore e architetto fiorentino. In più, tutto ciò sarà accompagnato dalle musiche di Paolo Fresu e le narrazioni di Luca Zingaretti.

Giotto

La mostra su Giotto però è solo la prima di un percorso multimediale che la città di Venezia sta per inaugurare. Mentre l’esposizione sull’artista toscano si trasferirà in Giappone, nel frattempo in Laguna verranno organizzate altre due mostre multimediali: la prima su Canova, la seconda su Raffaello. Ma per le date bisognerà ancora aspettare.

L’ultimo giorno disponibile per vedere la mostra su Giotto è il 5 novembre 2017. Il costo del biglietto intero è di 18 euro. 

Immagini | Copertina | 1 | 2