Cosa vedere e fare alla mostra dedicata alla Street Art al MACRO di Roma

Cosa vedere e fare alla mostra dedicata alla Street Art al MACRO di Roma

Grazie alla possibilità di condividere contenuti che ci piacciono su internet e soprattutto sui social network, abbiamo capito che molti nostri amici e magari noi stessi siamo affascinati da una nuova forma d’arte che negli ultimi decenni si è fatta sempre più strada nelle nostre città: la street art.

Se un tempo era additata come semplice “atto di vandalismo”, oggi anche i più grandi musei del mondo riconoscono l’alto valore culturale quanto sociale di questa forma d’arte. A riprova di ciò, per esempio, il MACRO di Roma ha “adottato” in maniera permanente opere di street art di Azomo, Sten&Lex e Bros. Ultimamente, però, lo spazio espositivo ubicato principalmente al numero 138 di Via Nizza si è lanciato in un’iniziativa temporanea sorprendente: “Cross the Streets”.

Cross the Streets” è una mostra che fino al prossimo 1 ottobre permette a visitatori, appassionati o semplici curiosi di scoprire qualcosa in più sul graffitismo e le sue varie declinazioni a partire dalle sue origini. L’idea dell’esposizione parte da Paulo Lucas von Vacano—tedesco d’origine, ma “naturalizzato romano”—che nel catalogo dedicato all’esposizione, chiarisce ciò che vuole esprimere al meglio la mostra, mettendo anche le mani avanti su possibili obiezioni e critiche.

“La strada osserva. La strada governa […] Scegliere la creatività a discapito della criminalità è una posizione che incentiva l’arte, la musica e lo sport. La rivoluzione avviene quando la strada entra nel museo e il museo si trasferisce nella strada. Chi sopravvive alla strada governa il mondo!”

street art

La mostra Attraverso la strada è divisa in diverse sezioni che, nel complesso, costituiscono una panoramica a 360° sul tema alla quale è dedicata. Per esempio, nella sezione dal titolo “Street Art Stories” si può subito osservare l’evoluzione storica della street art.

Tra gli elementi degni di nota, ti consigliamo di osservare attentamente l’installazione di ben 14 metri di WK Interact, artista franco americano, diventato famoso per la sua ossessione per il corpo umano mista alla sua tecnica di distorsione fotografica; e i famosi mosaici di Invader, che ricordano molto la grafica dei videogiochi anni Ottanta.

Nella sezione “Keith Haring Deleted”, invece, potrai osservare una serie di foto che ritraggono l’artista americano scattate da Stefano Fontebasso; mentre in quella che riguarda i “Milestones” (ovvero gli eventi più significativi che hanno contribuito alla costituzione della street art), potrai vedere delle testimonianze sulla nascita dell’Outdoor Festival, dell’International Poster Art e molto altro ancora.

Ma la mostra è davvero enorme e ci sono  un sacco di opere di decine di artisti provenienti da tutto il mondo. Solo per citarne alcuni: Moneyless, Giacomo Spazio, Solomostry, Stella Tasca, Agostino Iacurci, Ozmo, Pisa 73, Luca Mamone, Mosa One, Mike Giant, Sten e Lex, Will Barras, Cope 2 e Doze Green. Senza dimenticare che c’è anche una sezione dedicata alla Street Photography con opere di Ed Templeton, Estevan Oriol e Boogie.

street art

Per chi è molto affezionato alla capitale una delle parti più interessanti della mostra sarà “Writing a Roma, 1979-2017”, sezione dedicata al rapporto della città col graffitismo dal 1979 in poi, a partire da quando la Galleria La Medusa ospitò la prima mostra di graffiti organizzata fuori dagli Stati Uniti. Il momento che avrebbe fatto diventare Roma una delle capitali del Writing internazionale.

Inoltre, nella fascia serale, vengono organizzati ciclicamente degli eventi collaterali—e gratuiti per chi possiede già il biglietto della mostra. Oltre alle feste in programma, all’interno dell’Auditorium di Odile Decq, Macro in collaborazione con Sky Arte proietta degli interessanti documentari.

Ecco i prossimi appuntamenti (maggiori dettagli sui documentari qui):

— Domenica 3 Settembre: DOIN’ IT IN THE PARK 2016

— Domenica 10 Settembre: GRAFFITI A NEW YORK

— Domenica 17 Settembre: IL CERCHIO

— Domenica 24 Settembre: DOWNTOWN 81

— Domenica 1 Ottobre: TBD

A questo link, invece, trovi tutte le info disponibili su orari e costi dei biglietti.

Immagini via Facebook | Copertina | 1 2