Le opere architettoniche più belle di Oscar Niemeyer

Le opere architettoniche più belle di Oscar Niemeyer

Oscar Niemeyer è stato un titano dell’architettura: allievo di Le Corbusier, l’architetto brasiliano è stato un visionario che ha saputo sfruttare al meglio tutte le possibilità espressive di quest’arte. Le sue opere sono sparse in tutto il mondo, con un’infinità di progetti realizzati nel suo paese d’origine, visto che il governo gli ha spesso commissionato grandi opere statali.

Il suo stile è sempre stato improntato a un forte utilitarismo: ma nonostante questo—o proprio per questo—la bellezza estetica dei suoi lavori è strabiliante. La capacità di studiare la dinamicità delle linee e delle strutture ha spinto molti a definirlo “uno scultore“. Per questo motivo, abbiamo pensato di elencare le sue opere più importanti.

Cattedrale Metropolitana di Brasilia

La Catedral Metropolitana Nossa Senhora Aparecida, costruita in cemento armato e dotata di un suggestivo tetto realizzato interamente in vetro, rappresenta l’edificio religioso per antonomasia, i cui tratti turistici contribuiscono alla confluenza di un numero davvero concentrato di visitatori, paragonabile ai fedeli che quotidianamente si riversano all’interno della struttura. Le imponenti sculture in bronzo raffiguranti gli evangelisti accolgono i credenti e tutti gli amanti dell’arte in un blocco composto da 16 pilastri, la cui unione dà origine a una struttura iperbolica che pare elevarsi fino al cielo.

niem-1

Auditorium di Ravello

Con il suo profilo a onda—che si cala nel territorio, dove si distingue per il suo candore—questo auditorium è una delle opere più particolati del grande architetto. L’opera conferma la caratteristica di Niemeyer di realizzare edifici che non sono semplicemente costruzioni, ma veri e propri oggetti d’arte, le cui forme sono in simbiosi con la natura.

Il piazzale a picco sul mare, sotto cui è realizzato il parcheggio coperto, conduce nell’unica sala da circa 400 posti, a cui si accede da due ingressi, uno in platea e uno nel palcoscenico. I posti del pubblico si adagiano sfruttando il declivio naturale, mentre il foyer e il posto per l’orchestra sporgono arditamente nel vuoto: una sapienza nella disposizione dello spazio veramente unica.

niem-2

I vulcani di Le Havre

Oscar Niemeyer disegnò Le Volcan alla Maison de la Culture du Havre nel 1982. Il Grande vulcano ospita un teatro da 1200 posti e un cinema da 350, mentre il Piccolo vulcano dispone di una sala da 500 posti e di un auditorium di 80. Gli edifici sono perlopiù sotterranei e sembrano emergere naturalmente dal paesaggio. Le forme circolari bianche sono accessibili da una rampa, come nella maggior parte degli edifici di Niemeyer e adornate da piccole fessure che riflettono la luce all’interno.

niem-3

Centro Culturale Internazionale Oscar Niemeyer

Popolarmente conosciuto come Il Centro Niemeyer, questo edificio è un complesso culturale di importanza internazionale che si trova ad Avilés, nel nord della Spagna. Niemeyer lo definì “una piazza aperta a tutto il mondo, un luogo di istruzione, cultura e pace”. I tratti distintivi sono la grande dimensione degli spazi, soprattutto quelli aperti, che però riescono ad accogliere il visitatore in un ambiente che si percorre con piacere. È un’architettura monumentale e con accenti metafisici, ma che offre anche allo sguardo una misura e una calma sequenza di punti di vista che mirano ad accogliere più che a mostrare.

niem-4

Museo d’arte contemporanea di Niterói

Niemeyer progettò questo edificio modernista all’età di 84 anni, realizzando probabilmente il suo capolavoro. Il MAC è la perfetta espressione del suo stile: si staglia sulla cima del promontorio come una magnifica scultura, con la sua forma circolare e la vistosa passerella rosso rubino dalle forme dinamiche e sensuali.

Alla forma circolare dell’edificio, perfetta e chiusa in se stessa, si contrappone la vivacità della rampa esterna, l’altro elemento caratterizzante del Museo: si sviluppa per 200 metri, in una serie di curve libere nello spazio ed è un richiamo irresistibile che invoglia i visitatori a salire agli ingressi dei piani superiori.

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3 | 4