L’ossessione di Francis Scott Fitzgerald per le frasi a effetto

L’ossessione di Francis Scott Fitzgerald per le frasi a effetto

Per far sì che la storia che hai in testa diventi un’opera letteraria amata dal grande pubblico ci vuole una buona dose di pazienza mista, alle volte, a strane abitudini.

Per quanto riguarda la pazienza, questa è fondamentale per rimanere focalizzati sugli standard degli obiettivi prefissati—come ha spiegato Italo Calvino nelle sue Lezioni Americane, le frasi che a un lettore sembrano più d’impatto sono spesso anche le più pensate.

Mentre, per quanto riguarda le strane abitudini, queste non sono strettamente necessarie, ma abbiamo già visto che hanno aiutato alcuni grandi scrittori a ultimare le loro opere più importanti.

Tra la ridda di biografie di letterati, quella di Francis Scott Fitzgerald riesce sicuramente a descrivere meglio l’ossessione per le “frasi a effetto” con cui infarcire i propri romanzi. Scrivere ovunque le frasi che gli venivano in mente era, infatti, il primo passatempo dello scrittore della Generazione Perduta. Tanto che dopo oltre 120 anni dalla sua nascita—24 settembre 1896—le varie pubblicazioni e raccolte dei suoi  appunti e taccuini si sprecano.

Francis Scott Fitzgerald  è famoso per essere stato uno dei migliori narratori dell’Età del Jazz: i suoi romanzi parlano di feste, intrattenimenti teatrali, amori ed eccessi della società in cui era immerso. Il dandy americano per antonomasia è soprattutto famoso, infatti, per il “Il Grande Gatsby“, un romanzo pubblicato a New York nel 1925 e di cui l’ultima trasposizione cinematografica risale al 2013. Si tratta del film diretto da Baz Luhrmann e interpretato da Leonardo Di Caprio, Tobey MaguireCarey Mulligan.

Per farti comprendere quanto l’uso della scelta delle parole per Francis Scott Fitzgerald fosse tanto importante quanto la storia da narrare, abbiamo deciso di riproporti alcune frasi dalla costruzione così perfettamente “a effetto” da sembrare dei veri e propri aforismi:

“Ero dentro e fuori, contemporaneamente incantato e respinto dall’inesauribile varietà della vita.”

“Non c’è fuoco né gelo tale da sfidare ciò che un uomo può accumulare nel proprio cuore.”

“Prima tu prendi un drink, poi il drink ne prende un altro, e infine il drink prende te.”

 “Ci sono sguardi che cadono su di noi, curiosi o disinteressati, nient’altro.”

“Dopo un certo grado di leggiadria, una ragazza leggiadra è tanto leggiadra quanto qualsiasi altra.”

“I sentieri della vita erano come le rotte di un aereo, nessuno sapeva dove fossero.”

“A volte è più difficile privarsi di un dolore che di un piacere.”

“È inevitabilmente sconfortante guardare attraverso nuovi occhi cose alle quali abbiamo già applicato la nostra visuale.

“La gente egoista è terribilmente capace di grandi amori.”

Immagini via Facebook