Pepe Carvalho: il detective gourmet creato da Manuel Vázquez Montalbán

Pepe Carvalho: il detective gourmet creato da Manuel Vázquez Montalbán

Nel corso del tempo sono stati molti gli eroi creati dai maestri del giallo. I più famosi sono sicuramente Sherlock Holmes ed Hercule Poirot, ma anche personaggi più recenti—come il commissario Adamsberg—sono entrati nell’immaginario comune. Uno di questi è sicuramente Pepe Carvalho, l’investigatore privato nato dalla penna di Manuel Vázquez Montalbán.

Pepe è un antieroe. È cinico, smaliziato, ironico e con una passione per le situazioni torbide. Ma è anche un intellettuale, e un grande appassionato di gastronomia. Una parte importante dell’attrattiva dei romanzi creati da Montalbán, che lo vedono protagonista, infatti, sono i piatti che l’investigatore spagnolo ama degustare.

Il ciclo di Pepe Carvalho

Montalbán creò questo strano e irresistibile personaggio nel 1972. Nel suo romanzo Ho ammazzato J. F. Kennedy—uno strano romanzo pulp dalle tinte fantascientifiche che non c’entra molto con il resto della saga. Pepe Carvalho è un agente spagnolo della CIA, stretto collaboratore del presidente degli Stati Uniti.

Montalbán si rese conto che la caratterizzazione che aveva costruito attorno a questo personaggio era molto intrigante. E decise di lavorare interamente sulla sua figura. Gli costruì attorno una base narrativa, e ampliò il suo personaggio. Inserendo molti personaggi legati a lui, e spostando la sua vita a Barcellona.

Un antieroe

A partire dal romanzo giallo Tatuaggio (1977), infatti, l’ambientazione si sposta nel capoluogo catalano. Pepe, ormai ex agente della CIA, vive in una piccola casa in collina, e ha un ufficio da investigatore privato sulla rambla di Barcellona. Il suo passato è molto nebuloso: di lui Montalbán fa sapere che è stato un militante politico nella lotta sovversiva contro il regime di Franco. E che per questo è stato anche incarcerato.

In carcere ha conosciuto un eccentrico ladro di macchine, chiamato Biscuter, che poi diventa il suo fidato assistente. Il rapporto fra i due, però, non ricorda quello fra investigatore e “spalla”. Biscuter non è il corrispettivo di Watson in Sherlock Holmes: è un personaggio che spesso aiuta Pepe a risolvere i casi, ma che per la maggior parte del tempo sta ai limiti della narrazione. E serve a rendere più divertente e vari i romanzi del ciclo di Pepe Carvalho.

Un altro personaggio fondamentale è quello di Charo: una prostituta sveglia e cinica che nutre un grande sentimento per Pepe. Il loro amore, infatti, va avanti per molti dei libri che compongono il ciclo.

Tutto questo ventaglio di personaggi paralleli racconta il lato intimo di Pepe. Grossa parte del ciclo, infatti, gira attorno alla sua vita e non soltanto sulla sua capacità di risolvere i casi. Pepe è un antieroe: il suo approccio alle cose è molto smaliziato, e il lettore gode della sua ironia e delle sue reazioni alle situazioni criminose che gli vengono messe di fronte.

Grazie a questa atmosfera, Montalbán ha strutturato 22 romanzi. Fra cui i più famosi sono sicuramente I mari del Sud (1979), La rosa di Alessandria (1984), Assassinio a Prado del Rey (1987) La bella di Buenos Aires (1997).

Pepe il gastronomo

Un altro aspetto fondamentale del personaggio di Carvalho è la sua passione per la gastronomia. In ogni libro del suo ciclo, Pepe si prende delle pause dalle indagini per deliziarsi con il cibo. Insieme ad amici fidati che lo aiutano nei suoi casi e spesso con Biscuter come cuoco.

Le ricette e le indicazioni dei piatti amati da Pepe nei libri di Montalbán sono una parte così fondamentale della narrazione, che nel 1988 lo scrittore ha voluto dedicargli un’intera opera: Le ricette di Pepe Carvalho. All’interno del quale sono contenute 120 ricette di piatti che Carvalho ha gustato durante le sue avventure.

Consigli di lettura

Come dicevamo, le avventure di Carvalho sono strettamente legate alle sue vicende personali. Per questo è importante seguire la serie nel suo intero: leggendo il ciclo dall’inizio, e proseguendo in ordine cronologico.

Immagini: Copertina