Perché la scrittura a mano è importante?

Perché la scrittura a mano è importante?

Con lo sviluppo dei supporti tecnologici che consentono l’utilizzo dei programmi di scrittura digitale, le nuove generazioni si stanno abituando a utilizzare la scrittura a mano soltanto durante le ore di scuola. Tanto che ormai viene da chiedersi se un giorno il suo utilizzo verrà definitivamente accantonato.

Alcuni piccoli indizi fanno pensare innanzitutto che la cultura calligrafica si stia riducendo sempre di più, in favore di un approccio più pratico alla scrittura. Da sempre gli insegnanti di scuola elementare insegnano ai bambini a scrivere in tre diverse tipologie calligrafiche: maiuscolo, stampatello e corsivo.

In Finlandia recentemente il Ministero dell’Istruzione ha accantonato l’insegnamento di quest’ultima tipologia, perché basterebbero il maiuscolo e lo stampatello a riconoscere i caratteri che comunemente vengono utilizzati nella vita comune, visto che quasi tutti i font utilizzati sui dispositivi non prevedono il corsivo.

“I bambini non hanno abbastanza tempo per diventare veloci. Il corsivo, quindi, è inutile,” ha detto Minna Hartmanen, del Ministero dell’Istruzione finlandese.

La scrittura a mano, però, non è importante soltanto per tramandare la cultura calligrafica: alcuni studi hanno dimostrato che scrivere a mano stimola i circuiti neurali in modo più diretto rispetto alla scrittura digitale.

Scrivere al computer è un processo meno intuitivo e diretto, e richiede un impegno maggiore: quest’azione quindi va a discapito della memoria e dell’apprendimento.

Durante gli studi condotti è stata verificata la facilità di memorizzazione di un esercizio di scrittura: gli studenti sono stati divisi in due gruppi, e poi è stato chiesto loro di seguire un dettato che conteneva diverse informazioni.

Il primo gruppo ha eseguito il dettato scrivendo a mano, mentre il secondo ha utilizzato dei computer. Alla fine della prova, a ogni studente è stato somministrato un test per verificare quante informazioni contenute nel dettato fossero state memorizzate. I dati hanno mostrato in modo chiaro come il primo gruppo avesse memorizzato molte più informazioni del secondo.

Scrivere a mano, quindi, è un’attività che è importante preservare, nonostante lo sviluppo tecnologico e le nuove piattaforme digitali possano far pensare che sia superfluo.

Immagini: Copertina