La piramide di Cholula in Messico, una delle più grandi mai costruite

La piramide di Cholula in Messico, una delle più grandi mai costruite

Le piramidi più famose del mondo sono sicuramente quelle costruite nell’Antico Egitto, ma ovviamente questo tipo di struttura era diffuso in molte altre culture: anche le civiltà precolombiane costruivano enormi piramidi. La più grande mai costruita, infatti, si trova in Messico, ed è quella di Cholula.

È bene specificare però che non è la più alta mai realizzata, ma è la più grande dal punto di vista del volume: misura infatti più di quattro milioni di metri cubi. La piramide di Giza, per fare un raffronto, misura circa due milioni e mezzo di metri cubi.

Questa imponente piramide si trova a Puebla, in Messico, e fu costruita attorno al III secolo a.C. in onore di Quetzalcoatl, una delle principali divinità adorate dalle civiltà precolombiane. La sua edificazione durò circa 1000 anni, attraverso quattro fasi distinte, una per ogni popolazione che si stabilì nella regione.

piramide-1

Intorno al 600 d.C. Cholula fu conquistata dagli Olmechi, una popolazione che ingrandì ancora di più la piramide, e per la prima volta lo fece utilizzando la terra e la vegetazione. Così l’intera struttura andava a interrarsi, e a costituire una vera e propria collina artificiale.

Una volta decaduto il regno degli Olmechi, nella regione si stabilirono i Toltechi: una cultura che non aveva dimestichezza con questo tipo di costruzioni. L’antico tempio perse così il suo ruolo di struttura religiosa di riferimento—anche se venne comunque utilizzata come grande sepolcro—e per lungo tempo le sue condizioni rimasero le stesse.

piramide-2

Quando poi la zona fu conquistata dagli Aztechi, e in seguito dai conquistadores spagnoli, la piramide dall’esterno sembrava ormai una vera e propria collina naturale. Tanto che quest’ultimi non si accorsero di niente, e costruirono sulla sommità della collina la chiesa di Nuestra Senora de los Remedios. Che nel corso del tempo è divenuta una delle mete più ambite per i pellegrinaggi.

E tutto questo ha contribuito a creare un’attrazione storica veramente unica al mondo: uno dei pochi siti archeologici in cui si possono visitare e ammirare due strutture religiose totalmente diverse, ma perfettamente contigue, che ricongiungono due culture lontanissime.

Immagini: Copertina | 1 | 2