Questo progetto fotografico mostra come cambia il nostro volto dopo tre bicchieri di vino

Questo progetto fotografico mostra come cambia il nostro volto dopo tre bicchieri di vino

Un buon bicchiere di vino è sempre un ottimo modo per accompagnare un pasto. Certo c’è chi preferisce la birra, ma rispetto a una pinta ci sarebbe da considerare il 50 percento di calorie in meno, e non è poco. Apporto calorico e scelte più o meno azzeccate a parte, però, una cosa è assolutamente indubbia: gli effetti del vino, quando si alza un po’ il gomito, iniziano palesemente a vedersi.

Pensando a queste dirette conseguenze, il fotografo brasiliano Marcos Alberti ha sviluppato un progetto che le descrive attraverso le immagini. Come? Chiamando degli amici e offrendogli non uno, non due, ma ben tre bicchieri di vino. Lo scopo è semplice: immortalare dopo ogni brindisi, una volta ingurgitato l’alcol, il cambiamento del volto delle sue “cavie”.

vino

Il titolo di questo lavoro è per l’appunto 3 Glasses Later, “tre bicchieri dopo”, una sorta di prova del nove per un vecchio detto sul vino tanto caro al fotografo. Recita più o meno così: “Il primo bicchiere di vino ha a che fare col cibo, il secondo riguarda l’amore e il terzo il caos”. “Volevo vedere se questa affermazione era vera”, ha spiegato Alberti.

vino

Come puoi notare dalle fotografie, per capire se il detto fosse realmente autentico, sono state scattate quattro fotografie ad ogni singolo soggetto. “La prima foto subito dopo che la persona è arrivata in studio”, ha spiegato il fotografo, “in modo tale da catturarne istantaneamente lo stress e le fatiche dopo una giornata di lavoro.” Poi, dopo uno, due, tre bicchieri di vino, il risultato finale mostra una serie di ritratti sempre più disinibiti, meno coscienti e rilassati.

vino

Immagini via Facebook