Queste foto mostrano come sono cambiate dodici coppie nell'arco di trent'anni

Queste foto mostrano come sono cambiate dodici coppie nell'arco di trent'anni

Quello che rende unica la fotografia è il suo cristallizzarsi nel tempo, e sospenderne il corso. Quando riguardiamo le foto di un vecchio album queste hanno la forza di attrarci all’istante e farci ripensare a come eravamo.

Ci sono tanti modi di rievocare il passato, abbiamo visto come attraverso la fotografia sia possibile superare un lutto o dare colore al passato che immaginiamo sempre in bianco e nero. La fotografia è speciale per questo suo essere immediata.

As Time Goes By è un progetto della fotografa Barbara Davatz, iniziato nel 1982. Pochi giorni fa è stata ripubblicata per i tipi Patrick Frey un’edizione aggiornata. Per realizzarlo la fotografa ci ha messo 30 anni.

All’inizio Barbara ha fotografato 12 coppie. Coppie sia etero che omosessuali. Dopodiché, qualche anno dopo, ha ripreso contatti con i  soggetti e li ha fotografati nuovamente nel 1988, nel 1997 e nel 2014.

A proposito del suo lavoro, ha detto: “A mano a mano che gli anni passavano ritornavo su quei primi scatti per chiedermi che fine avessero fatto quelle coppie. Ero curiosa di sapere quali sarebbero stati i cambiamenti nelle loro vite, così li ho ricontattati.”

coppie4

Ogni foto è stata sviluppata allo stesso modo, in un identico bianco e nero e utilizzando la stessa macchina fotografica. Ai soggetti ha chiesto soltanto di guardare l’obiettivo e assumere un’espressione il più possibile senza emozioni per rendere gli scatti più seducenti.

“Sono fermamente convinta che uno sguardo neutro sia molto più interessante e si presti a essere fissato più a lungo. Un sorriso potrebbe distrarre, rendere il tutto meno misterioso e interferire con la comunicazione”.

coppie3

La potenza delle immagini viene sprigionata in maniera pura e incompleta. Nella serie di scatti quasi mai ritroviamo la stessa coppia dagli anni ’80 al 2014. A volte troviamo nelle fotografie successive le famiglie che la coppia iniziale hanno messo su, separatamente. In altre invece alla fine della relazione ne manca uno, senza conoscerne il motivo.

coppie2

Il progetto nella sua semplicità è estremamente evocativo, e la sua magia viene sprigionata da quei salti temporali che stanno “fuori dalle foto”, quegli spazi bianchi in cui ci ritroviamo a fantasticare, a immaginare cosa sia successo nelle loro vite e cosa li abbia costretti ad allontanarsi. Quello che facciamo noi stessi quando guardiamo una vecchia foto in un album di qualche anno fa.

Immagini via Facebook