Questo programma permette ai dislessici di leggere più facilmente i testi online

Questo programma permette ai dislessici di leggere più facilmente i testi online

Il modo in cui ci informiamo, negli ultimi anni, è cambiato drasticamente: non esiste più soltanto il formato cartaceo (che a dir la verità non sta vivendo il suo momento migliore), ma sempre più letti sono gli articoli online. Non soltanto di breve lunghezza, ma anche editoriali di migliaia di battute che necessitano di tempo.

La maggior parte dei testi online sono strutturati secondo un modello preciso: circa quindici parole per riga sul computer, meno per quanto riguarda tablet e smartphone. Ma sempre testo nero su sfondo bianco. È ormai una consuetudine, ma le persone affette da deficit di attenzione o da dislessia con questo metodo hanno difficoltà a leggere. Per questo è stato creato BeeLine.

BeeLine è un programma, nato nel 2013, che facilita la lettura su schermo. Come funziona? Quando leggiamo i nostri occhi si spostano da sinistra verso destra e poi tornano indietro nella riga successiva e ripetono il movimento. Questo “ritorno” permette al nostro cervello di fare una brevissima pausa per organizzare meglio le informazioni lette. È anche uno dei momenti più dispersivi, soprattutto per le persone affette da dislessia, visto il rischio di non ritrovare subito la riga sotto.

Per facilitare questa ricerca Nick Lum, ideatore di BeeLine, ha deciso di guidare meglio il movimento degli occhi colorando le righe di diversi colori. Il colore delle lettere cambia gradualmente, ma l’ultima parola di una riga e la prima di quella successiva sono sempre dello stesso. È ideale per le persone che hanno difficoltà psichiche, ma anche per tutti gli altri che vogliono rendere più fluida la lettura.

Provalo, si può installare sui computer come estensione dei browser Chrome e Firefox e sugli smartphone e tablet con sistema operativo iOS attraverso quest’app.

Immagine via Flickr