Adesso puoi scaricare gratuitamente 2500 stampe giapponesi antiche

Adesso puoi scaricare gratuitamente 2500 stampe giapponesi antiche

Internet è una fonte inesauribile di novità e opportunità: grazie ad esso, ad esempio, è possibile ottenere accesso alle più grandi opere d’arte della storia. Recentemente ti avevamo parlato del servizio che permette  di visitare il MoMA digitalmente, oppure di scaricare le grandi riviste avanguardiste del Novecento. Adesso invece, puoi scaricare gratuitamente migliaia di meravigliose stampe giapponesi.

È stata la Biblioteca del Congresso statunitense, a creare un servizio che consente di scaricare gratuitamente 2500 opere di alcuni dei più grandi maestri giapponesi. Il catalogo online conserva alcune delle xilografie e dei dipinti di celebri illustratori—come Hokusai Katsushika Andō Hiroshige—che tra il 1600 e il 1915, hanno creato alcune delle stampe più apprezzate della tradizione giapponese.

L’antica arte delle stampe giapponesi è diventata famosa in tutto il mondo dopo che alcuni commercianti olandesi ne riportarono alcune in Europa: l’eleganza e la delicatezza di questi dipinti, stregarono gli appassionati d’arte. Ma la tradizione giapponese, affonda le radici molto prima.

stampe-1

Durante il Diciassettesimo secolo il clan Tokugawa instaurò in Giappone un lungo periodo di pace. Venne superato l’antico sistema feudale giapponese, e vi fu un passaggio a un’economia mercantile piuttosto florida. Questo consentì l’affermarsi di un ceto borghese sempre più ricco, che sulla spinta del benessere cominciò ad interessarsi all’arte.

È esattamente in questo periodo storico che si afferma la corrente artistica delle stampe su matrici di legno—che in seguito influenzarono gli impressionisti—, grazie alla loro facilità di produzione. La tecnica della stampa rappresentò una democratizzazione dell’opera d’arte: dalla stessa matrice potevano essere prodotti numerosi esemplari, anche in grandi quantità, e questo consentiva di ridurre notevolmente il loro costo.

stampe-cope

Le opere raffiguravano sia attimi di vita quotidiana, sia paesaggi tipici giapponesi: alberi di ciliegio in fiore, montagne innevate, e antiche costruzioni di legno.

Le opere che si possono ammirare sul catalogo della Biblioteca del Congresso, sono giunte negli Stati Uniti durante l’Ottocento, grazie a una spedizione capitanata dall’ufficiale navale Matthew Calbraith Perry, che tra 1852 e il 1854 ebbe come intento quello di aprire un canale di collegamento tra il mondo orientale e quello occidentale. Le stampe che riportò da questo lungo viaggio, apparivano estremamente esotiche e lontane dalla tradizione artistica occidentale al pubblico americano, ed ebbero un gran successo.

Come si può leggere sul sito, le opere sono di diverso tipo. “Ci sono molte scuole, tradizioni e generi, come surimono, stampe distribuite privatamente che combinano dipinti e poesie, e stampe della guerra russo-giapponese e sino-giapponese. Comunque, i pezzi forti della collezione sono le forme di arte giapponese conosciute come Ukiyo-e e Yokohama-e.”

Grazie a questa iniziativa gratuita, insomma, è possibile esplorare non soltanto una corrente artistica, ma anche un pezzo della storia giapponese.

stampe-2

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3