Il segreto della felicità, spiegato da Zygmunt Bauman

Il segreto della felicità, spiegato da Zygmunt Bauman

Zygmunt Bauman è stato uno dei più grandi intellettuali del nostro tempo. Anche se è venuto a mancare da poco, la sua eredità ci accompagnerà attraverso gli anni a venire. Le analisi del sociologo e filosofo polacco sulla “stratificazione sociale” o sul “movimento operaio” sono, infatti, presenti in molti libri di testo, soprattutto di sociologia. Come, d’altra parte, i suoi studi sull’Olocausto (Bauman aveva origini ebraiche).

La teoria più nota di Bauman, però, è sicuramente l’analisi sulla postmodernità—con la quale genericamente si fa riferimento alla crisi della modernità nella società basata su economia e finanza globale—intesa come “Società liquida.”

Il concetto prende in esame i continui cambiamenti a cui sono soggetti i consumatori e produttori che, a causa di una vita sempre più frenetica e in costante cambiamento, devono necessariamente stare al passo col gruppo sociale per non esserne esclusi.

Insomma, Bauman era davvero un savio del nostro tempo. A conferma di ciò, vogliamo mostrarti un estratto del documentario “La Teoria svedese dell’amore,” in cui il sociologo dà una sua personale interpretazione dello stato d’animo che tutti vorremmo provare costantemente: la felicità.

Bauman spiega innanzitutto che la felicità non consiste in un’esistenza senza ostacoli e dalle strade spianate. “Non è vero che la felicità significhi una vita senza problemi”, spiega il sociologo. “La vita felice viene dal superamento dei problemi, dal risolvere le difficoltà, affrontare le sfide.”

In sostanza, secondo Bauman provare quell’emozione positiva, di chi si ritiene soddisfatto di tutti i propri desideri, è una conquista per cui bisogna sempre lottare. “Bisogna affrontare le sfide, fare del proprio meglio”, specifica. “Si raggiunge la felicità solo quando ci si rende conto di riuscire a controllare le sfide poste dal fato”.

Se vuoi conoscere di più questo grande del nostro tempo, ti consigliamo di leggere questa intervista in cui, qualche anno fa, spiegava la sua sull’amore. Bauman sosteneva che “le emozioni passano, mentre i sentimenti vanno coltivati“, l’amore soprattutto.

Immagine via Flickr