Cosa rende perfetta l’acustica del teatro di Epidauro, in Grecia?

Cosa rende perfetta l’acustica del teatro di Epidauro, in Grecia?

I teatri all’aperto dell’antica Grecia erano luoghi estremamente sofisticati dal punto di vista acustico per la loro epoca: gli architetti greci costruivano strutture in cui il suono si spandeva omogeneamente in ogni angolo. Il più famoso esempio di questa perizia è sicuramente il teatro di Epidauro, nel Peloponneso.

Epidauro era una piccola cittadina dell’Argolide, famosa per il centro di medicina e il santuario dedicato al culto di Asclepio: ma fu qui che nel IV secolo a.C. fu costruito il più funzionale teatro del mondo antico. L’acustica del teatro di Epidauro è perfetta: anche il tintinnio di una moneta è perfettamente udibile da ogni angolo dell’edificio.

[advertise id=”articolo”]

A progettarlo fu il grande architetto Policleto il Giovane, e ancora oggi è perfettamente agibile. I 55 gradoni che lo compongono—21 dei quali in realtà furono aggiunti in epoca romana—possono ospitare fino a 14000 persone, e la skēnḕ—il proscenio naturale che lo circonda, che per i greci era parte integrante dell’opera—è meravigliosa.

teatro-1

Le tecniche utilizzate da Policleto il Giovane per ottenere questa portentosa amplificazione dei suoni per molto tempo sono rimaste un mistero. Nonostante il tempo trascorso, e i numerosi studi, non si era arrivati a una soluzione univoca che riuscisse a spiegare per quale motivo il teatro di Epidauro goda di questa acustica perfetta. È per la sua forma? Per la zona in cui è costruito? Per il dislivello progressivo che seguono i gradoni?

Uno studio del 2007 dell’Istituto di Tecnologia della Georgia ha svelato questo mistero architettonico durato millenni: quello che consente al suono di propagarsi in modo così omogeneo per tutto il teatro è la pietra calcarea con cui è costruito. La pietra funge da filtro, eliminando la bassa frequenza dei suoni.

teatro-2

Il modo in cui sono distanziate le sedute dei vari gradoni e la loro forma, poi, amplificano i suoni ad alta frequenza che arrivano dal palco, rendendo ogni parola pronunciata dagli attori chiara e pulita anche dall’ultimo gradone.

Lo studio condotto dall’Istituto di Tecnologia della Georgia ha vagliato un numero imprecisato di ipotesi prima di arrivare alla soluzione: e questo dimostra l’avanzato livello tecnico raggiunto dagli antichi greci, un popolo che ancora oggi continua a riservarci innumerevoli sorprese.

Immagini: Copertina | 1 | 2