Le migliori serie tv scandinave da vedere su Netflix

Le migliori serie tv scandinave da vedere su Netflix

Dopo il successo della trilogia The Girl with the Dragon Tattoo, e di altri prodotti crime come Trapped, le serie tv scandinave stanno ottenendo sempre più successo. Tanto che su Netflix sono molte le serie prodotte in Svezia, Danimarca e Norvegia che approdano anche nella lista italiana. Sia doppiate, che sottotitolate.

Le serie scandinave hanno dei tagli molto particolari. Sono diverse rispetto alle serie anglosassoni che siamo abituati a vedere. Per questo abbiamo deciso di selezionarne cinque, che puoi vedere in questo periodo su Netflix.

The Bridge

Questa è una delle serie tv crime più apprezzate degli ultimi anni. Ideata da Hans Rosenfeldt, è ambientata al confine fra la Svezia e la Danimarca. La narrazione, infatti, è basata sul ritrovamento di resti umani sul ponte che collega i due Paesi. E a collaborare all’indagine saranno la detective svedese Saga Norén e l’agente danese Martin Rohde.

Una storia misteriosa, che unisce le caratteristiche diverse dei due Paesi e trasporta lo spettatore nella caccia a un killer dal passato angoscioso. La serie, doppiata anche in italiano e disponibile su Netflix, è arrivata alla seconda stagione ed è ancora in produzione per le seguenti.

Rita

Arrivata alla quarta stagione—uscita in anteprima su Netflix lo scorso gennaio—questa serie danese ha ottenuto un successo incredibile in tutto il mondo. È una dramedy—misto fra drama e comedy—che ha come protagonista Rita Madsen: un’insegnante danese molto schietta e simpatica. La donna, divorziata e con tre figli, affronta le difficoltà della vita adulta, fra relazioni fallite e nuove amicizie.

Una serie dalla trama apparentemente banale, ma scritta molto bene, e girata con molta cura. Fra dialoghi esilaranti, colpi di scena, e uno scorcio indimenticabile della Danimarca odierna.

The Rain

Scritta e co-prodotta da Jannik Tai Mosholt, Esben Toft Jacobsen e Christian Potalivo, questa serie thriller danese è molto singolare. Dopo la diffusione di un virus mortale, che stermina gran parte della popolazione mondiale, due fratelli danesi sono costretti a compiere un pericoloso viaggio per raggiungere l’unica zona incontaminata. Fra incontri inquietanti e falsi amici.

Il lavoro mastodontico della produzione ha fatto sì che le scenografie di The Rain siano di grande impatto, e il taglio narrativo mai banale. Questa serie, insomma, non è soltanto la classica storia di epidemia: al centro del racconto c’è il rapporto fra i due fratelli, e il futuro della loro famiglia.

Lilyhammer

Questa serie norvegese è stata uno dei cult degli ultimi anni fra le serie scandinave. Racconta la storia di Frank Tagliano, un boss mafioso italo-americano che dopo essersi pentito decide di entrare nel programma testimoni e lasciare gli Stati Uniti. Si trasferisce quindi in Norvegia, a Lillehammer—storpiata volutamente nel titolo con la pronuncia italo-americana—per iniziare una nuova vita. Onesta e morigerata.

L’integrazione con il nuovo Paese, però, non va per il meglio. E presto Frank cadrà nuovamente nelle vecchie abitudini criminali. Suscitando i sospetti dei suoi nuovi vicini e attirando l’attenzione dei vecchi amici mafiosi che lo stanno cercando.

Norsemen

Ambientata nell’anno 790, questa serie tv comica racconta le avventure demenziali di un piccolo villaggio norreno. La serie punta a capovolgere lo stereotipo dei vichinghi. I protagonisti non sono guerrieri coraggiosi, indomiti e forti fisicamente. Ma piuttosto dei buontemponi pingui che amano più far festa che combattere. Norsemen è adatta a chi vuole provare anche il lato comico delle serie scandinave.

Immagini: Copertina