L'artista che crea opere d'arte calpestando la neve

L'artista che crea opere d'arte calpestando la neve

Marciapiedi, palazzi, lenzuoli: qualsiasi supporto può trasformarsi nella “tela” che ospiterà una strabiliante opera d’arte. È ciò che abbiamo imparato osservando opere di street art o artisti che utilizzano in modo insolito un ferro da stiro. Questi esempi non sono che la diretta dimostrazione di come il processo creativo possa nascere da piccole idee rivoluzionarie, come quella avuta da Simon Beck, l’artista che crea perfette forme geometriche calpestando semplicemente la neve.

La storia di Simon Beck inizia nel 2004, quando gli viene comunicato che non potrà più correre per motivi di salute. L’uomo inizialmente è distrutto: correre era tra le sue più grandi passioni. Dopo un primo periodo di sconforto, però, non si dà per vinto. Durante una passeggiata, infatti, arriva una grande illuminazione. Perché non usare i piedi, ancora funzionanti, per creare qualcosa di speciale?

neve arte 3

Così Beck inizia a calpestare la neve, ma con perizia. Da allora, crea ogni anno delle magnifiche opere durante il periodo invernale sulle alpi francesi o in un qualsiasi altro luogo innevato. Come puoi vedere dalle immagini, si tratta di forme geometriche giganti e soprattutto temporanee. La bellezza del suo lavoro consiste anche in questo: nella bellezza di un attimo che, per fortuna, può essere catturato per sempre tramite una macchina fotografica.

neve 4

Per quanto poetico, però, il lavoro dell’artista consta di fasi di progettazione ben precise. Prima di scegliere il luogo in cui realizzare la sua opera con delle speciali scarpe, Beck crea uno schizzo al computer grazie alle sue competenze ingegneristiche e da cartografo (apprese all’università di Oxford). Così dà vita alla sua “snow art.”

neve arte 2

Se vuoi vedere altre opere di Simon Beck ti consigliamo di visitare la sua pagina Facebook o il suo sito personale, che aggiorna continuamente con le opere che realizza. In alternativa, potresti sfogliare il libro fotografico che ha dedicato alla sua passione, contenente più di 200 scatti.

Immagini via Facebook