I surreali fotomontaggi di Thomas Barbèy

I surreali fotomontaggi di Thomas Barbèy

Per quanto il funzionamento delle macchine fotografiche sia simile, il risultato finale è sempre differente a seconda del fotografo. Il punto di vista personale è inevitabile: c’è chi viaggia attraverso il tempo, chi descrive l’evoluzione delle relazioni sentimentali, chi rimane legato ai ricordi familiari.

Queste differenze, se scavalchiamo il classico concetto di fotografia, si riscontrano persino durante lo step successivo della post-produzione. In questa prospettiva, un lavoro soggettivo, con un’impronta stilistica riconoscibile a colpo d’occhio, è quello di Thomas Barbèy.

Thomas Barbey fotomontaggi

Nonostante non abbia mai abbracciato la fotografia digitale, questo fotografo svizzero riesce comunque a creare dei bellissimi fotomontaggi che non hanno nulla da invidiare alle più raffinate tecniche di photoshop. Basandosi su complesse tecniche messe a punto da lui stesso e combinando due o più negativi con l’aiuto di un ingranditore, Barbèy realizza delle immagini sognanti, tra il surreale e l’onirico

Thomas Barbey fotomontaggi

Del connubio tra lavoro artigianale e ispirazione, l’autore afferma: “Mi piacerebbe pensare che le immagini possano essere apprezzate senza una reale conoscenza del loro virtuosismo tecnico. L’ispirazione visionaria e l’immaginazione non sono abilità tecniche che si imparano a scuola, piuttosto, secondo la mia convinzione personale, un dono di Dio. Questo è l’unico modo in cui posso spiegare la fonte di ogni idea che posso partorire durante il processo di creazione”.

Thomas Barbey fotomontaggi

I suoi lavori finali derivano dalla commistione tra gli elementi delle foto che scatta durante i suoi viaggi e dagli artisti da cui è stato influenzato. “L’ispirazione per il mio lavoro deriva dagli ultimi vent’anni in giro per il mondo. Durante i mie viaggi ho portato sempre una Mamiya RB 67 e una vecchia Canon AE1s, le macchine analogiche con cui fotografo. Il mio lavoro inizia dall’idea. E continua con la selezione dei negativi. Poi con l’assemblaggio e le procedure di stampa”.

[advertise id=”hello-amazon”]

Nato a Ginevra nel 1957, questo fotografo ha sempre vissuto per l’arte: ha iniziato a disegnare all’età di 13 anni, poi a progettare poster per i gruppi musicali elvetici, a scattare foto di moda durante i suoi 15 anni di permanenza a Milano. Attualmente vive a Las Vegas e continua a viaggiare alla ricerca di ispirazione.Thomas Barbey fotomontaggi

Immagini via Instagram