Tu vali di più

Tu vali di più

L’annuncio che siamo tutte pronte a leggere: “Cercasi donna, giovane, carina, immutabile nel tempo, con figli ma meglio senza, con marito ma meglio se nubile, con una vita ma anche meglio se disposta a dormire in ufficio”

Donne acrobate, funambole, equilibriste di ogni dove, questo è l’annuncio che fa per voi!

Non voglio scrivervi di quanto siamo purtroppo abituate a leggere ogni giorno relativamente alla condizione della donna nel mondo del lavoro ma voglio concentrarmi su tutte quelle belle qualità che ci contraddistinguono.

Già, perché, soprattutto in tempi di crisi, il cosiddetto “Fattore D” ci piazza al primo posto per i Risparmi: le ultime ricerche della Cerved (vedi nota 1) in merito, ci dicono che “malgrado l’Italia non brilli per presenza di donne nelle stanze del potere (…) le imprese con un capo donna si caratterizzano anche per una migliore capacità di generare profitti.(..) In particolare, un’analisi econometrica condotta su un insieme di circa 24 mila società consente di isolare e quantificare il “Fattore D” e dimostra che quando il board è costituito in prevalenza da donne la probabilità di rientrare in una classe di rating peggiore si riduce di una percentuale pari a circa il 15% rispetto ai casi in cui le donne sono in minoranza o assenti dal CdA.”

Ancora: la ricerca “Women in Alternative Investments: Building Momentum in 2013 and Beyond” (vedi nota 2) che ha analizzato il tema nella ricerca condotta su 366 donne che lavorano per hedge fund, private equity e venture capital, ci dice come le donne presentino minore propensione al rischio e siano quindi più capaci a far fronte alla crisi dei mercati.
Il tutto mentre siamo alle prese con il complesso labirinto delle nostre vite (ma come facciamo a fare tutto?!)

Diario della donna media – quando 24h non sono sufficienti: SCUOLA DA DONNE:

ore 7:00 – BAT WOMAN PARTE 1 – la giornata comincia presto, dopo varie interruzioni notturne in cui, se siamo fortunate, il nostro compagno/marito si è alzato la metà delle volte, capello arruffato (da quanto non vado dal parrucchiere?!), ansia alla mano, di corsa in cucina, aggirandosi freneticamente tra le stanze per la sveglia, alle prese con omogeneizzati, latte, voglie e gusti vari per età e sesso (tutti differenti ovviamente) che vogliamo esaudire perché “cuore di mamma”, più grande non ce n’è!

ore 8:00 – già per strada, magari in macchina intasata nel traffico, mentre soffiamo il naso al più piccolo che piange e ci accorgiamo che si, siamo davvero pallide (il trucco ovviamente un ricordo lontano di “quando ancora ce lo potevamo permettere”). La corsa continua tra scuola, rimorsi, volate in ufficio, scuse e varie per il ritardo (as usual), mentre cerchiamo freneticamente di “iniziare” la giornata

ore 18:00 – SPIDER WOMAN PARTE 2 – dopo pause in bagno per telefonate rassicuranti da parte di nonna/ baby sitter, un santo che ci aiuta e di cui ci fidiamo (hanno mangiato/ dormito, SI, stanno bene!), aver organizzato alla perfezione la logistica scuola/ balletto/ calcio (preferibile se ad orari che combaciano e in parti opposte della città); noi siamo lì, stremate, dopo 120 telefonate, altrettante mail, 2 riunioni, lavoro interminabile, ma la corsa continua – tappa supermercato alla ricerca dell’offerta migliore, prezzo imbattibile, risparmio irrinunciabile per arrivare a fine mese

ore 18:30 – WONDER WOMAN THE END – casa. Il lavoro ricomincia: ci son i compiti, la cena, i capricci, sperando di mettere a letto tutti il prima possibile e dedicare 20 minuti a noi stesse (agognato momento!) o magari al nostro compagno ☺

0re 22:00 – il momento è arrivato e siamo distrutte anche noi; massima ottimizzazione della giornata per riuscire a fare tutto!

L’insieme, of course, con milioni di sensi di colpa, per quando nostro marito/compagno ci guarda con occhi diversi, per nostro figlio che non ci vede abbastanza, per il lavoro a cui vorremmo dedicare più tempo, per tutte le cose che lasciamo indietro, per noi stesse, perché l’ultima volta che abbiamo avuto tempo per lo smalto era durante le festività natalizie.

Donne acrobate, funambole, equilibriste di ogni dove, questo è l’annuncio che fa per voi!

Note:

1. Gruppo italiano che raccoglie e analizza dati relativamente alla solidità ed affidabilità delle imprese
2. Rapporto annuale della società di consulenza americana per servizi finanziari Rothstein Kass