È online la più grande collezione al mondo dei capolavori di Van Gogh

È online la più grande collezione al mondo dei capolavori di Van Gogh

Così Vincent van Gogh in una lettera da Arles del luglio 1888.

Tutti troveranno che io lavoro troppo in fretta. Non ci credere affatto. Non è forse l’emozione, la sincerità del sentimento della natura che ci guida? […] Queste emozioni sono talvolta così forti che si lavora senza accorgersi che si lavora […] nell’avvenire ci saranno pure giorni grevi, senza ispirazione: bisogna perciò battere il ferro mentre è caldo e mettere da parte le sbarre fucinate.

Quelle emozioni forti determinano la vitalità, la forza delle pennellate dell’autore di Notte stellata che a volte si susseguono naturalmente, diceva lui, “come parole in un discorso”.

Notte stellata, 1889, MoMA. Via

Notte stellata, 1889, MoMA. Via

Anche le nostre reazioni alla sua arte sono forti. “Troppo violenta, agitata, cruda, strana” la riteneva inizialmente Hugo von Hofmannsthal, che poi imparò ad ammirare “la natura in essa, e la potenza dello spirito umano che ha saputo modellare la natura, che ha dipinto l’albero e il cespuglio, il campo e il declivio della collina”. Scrisse in una lettera del 1901:

Ho veduto ancora il senso vero di queste pitture, la parte di destino che rivelano. Tutto questo mi è diventato talmente visibile, che mi sono perduto io stesso in quei quadri, per ritrovarmi e perdermi ancora.

Così come Akira Kurosawa decenni più tardi, si perderà letteralmente dentro i quadri dell’amato pittore olandese—il film è Sogni, 1985.

1000 opere di Van Gogh in alta definizione sul sito del museo di Amsterdam

Oggi anche noi possiamo perderci dentro il “romanticismo a oltranza” (Argan) dei quadri del pittore olandese, anche se non ci troviamo ad AmsterdamQuasi quanto Kurosawa, diciamo. Grazie al Museo Van Gogh di Amsterdam, che ha digitalizzato la sua collezionela più ampia al mondo dedicata al pittore. Quasi 1000 opere di Van Gogh, fra dipinti e disegni (che sono bellissimi). C’è tutta la vita dell’artista, dagli inizi, a Parigi—con l’influsso degli impressionisti—alla Provenza.

Paesaggi in cui cose e persone sono inseparabili da ciò che li attornia e dallo sfondo. Ritratti. Autoritratti. Scene cittadine. Nature morte. Interni come la prima versione della celebre Camera della “casa gialla” di Arles, carica di colore sgargiante. Il cui significato ancora oggi interroga i critici. L’autore, in una lettera a Gauguin, scrisse che la sua intenzione era trasmettere un senso di completo riposo.

Via

Vincent van Gogh – La camera da letto, Arles, ottobre 1888. Museo Van Gogh, Amsterdam. Via

Dei 1000 dipinti e disegni online sul sito del museo, molti hanno dati e didascalie informative. Tutte le opere sono in alta definizione. E sono scaricabili in diversi formati (jpeg e TIF), e condivisibili per usi non commerciali.

Van Gogh fino al più piccolo dettaglio

In ogni immagine si può zoomare a piacere fino al più piccolo dettaglio della pennellata. Il che permette di comprendere meglio quadri straordinari come lo straziante Campo di grano con corvi, con il suo contrasto fra il giallo acceso e il blu cobalto, considerato a lungo l’ultima opera dipinta da Van Gogh (ma non è possibile stabilire se sia davvero così).

Vincent van Gogh - campo di grano con corvi, 1890. Museo Van Gogh, Amsterdam. Via

Vincent van Gogh – Campo di grano con corvi, 1890. Museo Van Gogh, Amsterdam. Via

Non è possibile porsi di fronte alle opere di Van Gogh con distacco. Egli, come Rembrandt, è un “evento”. Nel suo caso, il nesso fortissimo di arte e vita determina quella rispondenza tra pensiero, forma e colore, nei paesaggi convulsi e nei fiori contorti, che hanno lasciato impressioni forti nelle menti di altri artisti—pensiamo solo ad Antonin Artaud, che scrisse il bellissimo libro Van Gogh, il suicidato della società. Martin Heidegger vide nel dipinto Un paio di scarpe del 1886 addirittura una spiegazione del senso dell’arte.

Via

Vincent van Gogh – Un paio di scarpe, 1886. Museo Van Gogh, Amsterdam. Via

Sul sito del museo ci sono saggi interessanti sul pittore. Puoi scaricare un bellissimo catalogo con tutti i disegni di Van Gogh dal sito del MET. Le citazioni dalle lettere di Van Gogh e Hofmannsthal sono state tratte da L’opera pittorica completa di Van Gogh e i suoi nessi grafici

Immagine: Copertina