Questo video ti fa scoprire l'importanza delle forme geometriche nei film

Questo video ti fa scoprire l'importanza delle forme geometriche nei film

Le emozioni che ci trasmette un film sono di origine complessa. I film si possono scomporre, si possono analizzare ad esempio i colori, ma la magia che ci fa commuovere è una somma di tutte queste parti.

In questo video qui sotto, realizzato da Jack Nugent, vengono analizzate le forme geometriche che rendono i film (e in particolare quelli di animazione) più “espressivi“.

La nostra mente associa a una determinata forma geometrica un insieme di sensazioni. E i registi e i disegnatori questo lo sanno bene.

Partiamo dalle basi: cerchio, quadrato e triangolo. A ogni forma geometrica corrisponde un “tipo” di personaggi. Quelli cattivi ad esempio sono più “spigolosi“, e intorno al loro profilo si possono tracciare una serie di triangoli. Non è un caso ad esempio che il diavolo sia disegnato e immaginato spesso “appuntito“: dalle corna fino alla coda.

forme geometriche-1

Allo stesso modo nei personaggi più simpatici, buffi e buoni si possono rintracciare cerchi. Come in questo fotogramma qui sotto.

forme geometriche-2

Ovviamente nella lista di forme geometriche non può mancare il quadrato. La prima sensazione che ci dà è quella di noia. Il personaggio qui sotto, non a caso ha i contorni, la linea degli occhiali, quadrati: per trasmetterci una vita rigida, grigia, difficile, che non scende a compromessi.

forme geometriche-3

Un’altra forma geometrica classica del cinema è quella della cornice rettangolare. Questa vuole suggerire come il personaggio sia in un certo senso isolato, intrappolato nel suo mondo.

forme geometriche-4

Allo stesso modo c’è la cornice a forma di cerchio che dà invece l’idea di essere spiato e sorvegliato, come in un Grande Fratello. Nel video si trovano altri interessantissimi esempi, così la prossima volta che vedrai un film ti potrai spiegare, in parte, che cos’è che ti fa sentire in quel modo strano anche se nessuno sta parlando.

Immagini via YouTube