Questo video mostra le somiglianze dei remake scena per scena

Questo video mostra le somiglianze dei remake scena per scena

Quando si parla di film tratti da libri ci piace spesso esprimere un parere sulla bellezza dell’uno e dell’altro. Ci sono casi in cui i primi superano i secondi e altri in cui avviene l’inverso. A volte il confronto capita invece di farlo tra due film uguali, in quello che nel gergo viene chiamato “remake“.

Nella storia del cinema sono tanti i film “rifatti” in versioni più recenti, e in alcuni casi il remake è curato al minimo dettaglio, fino all’ultima scena. La scelta su quale dei due film sia il migliore allora diventa più complicata.

Il filmmaker Jaume R. Lloret ha voluto creare un video che raccoglie i remake di 25 film, prendendo in esame alcune scene e confrontandole tra di loro. Nella selezione ci sono film famosi e altri meno.

C’è ad esempio il caso eclatante di Gus Van Sant che ha voluto rifare Psycho, film del “maestro del brivido” del 1960, scena per scena. Oppure Funny Games, del regista austriaco Haneke, unico caso nella storia del cinema in cui un film non soltanto viene riprodotto scena per scena ma dietro la telecamera vede in entrambe le pellicole lo stesso regista, a distanza di dieci anni. La scelta di Haneke è stata commerciale volendo far conoscere anche oltreoceano una pellicola che soltanto in Europa era stata fino a quel momento un cult.

In altre circostanze il remake ricorda soltanto qualche momento dell’originale, come ad esempio nel caso di La Jetée di Chris Marker e L’esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam.

Per ultimo, bisogna segnalare anche quel tipo di remake che ha “traslato” un capolavoro da oriente a occidente. Come nel caso di Ringu di Nakata conosciuto da noi soprattutto grazie al remake The Ring di Verbinski; oppure The Departed remake dell’originale di Lau wai-Keung e Alan Mak.

Attenzione: il video può contenere tracce di spoiler.

Immagine via YouTube