Questo video in motion capture mostra l'armonia del kung fu

Questo video in motion capture mostra l'armonia del kung fu

Il kung fu è l’insieme di tutte le arti marziali tradizionali in Cina e il termine rispecchia questa genericità, si può tradurre in italiano con “abilità” o “esercizio eseguito con destrezza”. La sua storia è antichissima, talmente vecchia che è difficile tracciare una data precisa di nascita. La prima menzione del termine risale alla dinastia Liang, ma la pratica era eseguita anche anni prima.

La sua fortuna ha attraversato secoli e secoli arrivando fino ad oggi grazie non soltanto agli appassionati che la praticano costantemente ma anche grazie al cinema. Soprattutto il talento e il carisma di Bruce Lee, negli anni 50′, 60′ e 70′ hanno contribuito a diffondere l’arte marziale in tutto il mondo. Oggi il suo erede è Tarantino, grande amante del  genere, e grazie a lui abbiamo ancora la possibilità di vedere su uno schermo combattimenti da brividi.

I movimenti che vengono eseguiti durante un esercizio di kung fu oltre a essere rapidi sono estremamente complessi. Le tecniche usate nel combattimento a mani nude sono raggruppate in quattro “tecniche offensive principali” e consistono nel calciare, colpire con la mano (o il braccio), proiettare ed eseguire una chiave articolata. Ne esistono però delle altre che riguardano i colpi con la testa, le ginocchia, le spalle, il petto, la schiena, la punta delle dita e anche il graffio. Esistono infiniti stili e varianti che rendono il kung fu variegato.

Tobias Gremmler è un artista digitale appassionato di quest’arte marziale e ha deciso di celebrare il kung fu con un video molto affascinante. Attraverso la tecnica del motion capture, “la cattura del movimento”, ha mostrato cosa vuol dire praticarlo. Ogni movimento del corpo di un atleta è stato registrato con più telecamere. I dati raccolti dall’artista sono stati trasformati in un’animazione che li ha riprodotti. Ogni movimento si sovrappone all’altro, un modo semplice ma efficace per mostrare da un altro punto di vista la poesia e l’armonia che stanno dietro a un’arte (marziale).

Immagine via Vimeo