Come ammirare la bellezza di Londra di notte e di giorno, contemporaneamente

Come ammirare la bellezza di Londra di notte e di giorno, contemporaneamente

Difficile spiegare cosa rende bella una città. Non è soltanto una questione di storia, di monumenti o di parchi. I fattori sono tanti, e forse sta proprio qui la risposta. Quando gli angoli dai quali ammirarla sono infiniti e ogni volta si rimane profondamente colpiti.

Ed è proprio questo che deve aver pensato il filmmaker Frank Matellini quando si è trovato a raccontare Londra. La capitale del Regno Unito oltre a essere una città ricca di storia, nasconde sotto molti veli la sua bellezza. Anche dietro la sua famosa nebbia

Il lavoro di Frank si concentra spesso sulle città, trovando sempre un modo originale di raccontarle. “Il suo stile“, si legge nella biografia del suo sito personale, “può essere riassunto come semplice e intimo“. La passione di raccontare attraverso le immagini gli è nata grazie soprattutto al suo lavoro di editor a Londra.

E Londra è la protagonista assoluta di questo nuovo lavoro, che attraverso un montaggio parallelo (con lo schermo diviso a metà) ci mostra gli angoli della città sia di giorno che di notte. Con la tecnica del timelapse il tempo che passa lascia il suo segno sugli edifici più famosi, come il Big Ben, il Millennium Bridge, la Royal Albert Hall, e sui momenti quotidiani ma altrettanto caratteristici come prendere un taxi o la metropolitanaIl sole che tramonta illumina i palazzi, le finestre e i ponti, screziando l’elegante architettura. Per realizzare il suo lavoro Frank ha semplicemente usato una telecamera e un cavalletto.

Il tempo nel lavoro di Frank è sospeso, alla fine del giorno non c’è la notte, Londra sembra non dormire mai, perché anche quando calano le tenebre la città continua a emanare il suo fascino.

Immagine via YouTube