Il video che ripercorre 80 anni delle strade più famose di New York

Il video che ripercorre 80 anni delle strade più famose di New York

Il cambiamento delle nostre abitudini nel tempo, dei gusti musicali, degli skyline delle città, dobbiamo ammetterlo: è una delle riflessioni che ci piacciono di più. Dare vita al passato, come abbiamo visto in queste foto a colori della Parigi di inizio secolo, o della Germania o di Napoli riaccende la memoria sopita e stuzzica la fantasia, come se fossimo dotati di una macchina del tempo.

Ci sono poi altre città, come New York, che anche se non ci siamo mai stati stranamente ci sembra di conoscerle: le abbiamo viste nei film, le abbiamo lette sui libri, le abbiamo anche ascoltate alla radio. La bellezza di New York sta proprio qui: un posto familiare pur trovandosi oltreoceano.

Ma New York, la città reale non l’immagine che ne conserviamo nella memoria, è una città come le altre che ha subito negli ultimi anni dei cambiamenti urbanistici. Questo video, realizzato dalla prestigiosa rivista The New Yorker, lo dimostra.

La troupe della rivista ha ripreso in mano vecchie bobine che mostravano le strade della città negli anni ’30 e ha ripercorso quelle stesse vie, gli stessi luoghi a distanza di quasi un secolo. Il video, mostrato attraverso la tecnica dello split screen, confronta il passato e il presente con un effetto davvero suggestivo.

In più di 8 minuti si passano in rassegna tutte le arterie e le zone più conosciute di New York. Si parte dal Brooklyn Bridge dove la prima cosa che salta agli occhi è l’aumento, nel tempo, del traffico. La crescita demografica della città infatti non soltanto ha costretto l’urbanistica a uno sviluppo verticale, con la costruzione dei grattacieli, ma anche orizzontalmente, con l’aumento del traffico.

Le classiche auto d’epoca sono state sostituite da SUV e dai caratteristici taxi gialli. Ogni tanto nella parte sinistra dello schermo si può ammirare una carrozza trainata da cavalli. Un mezzo di trasporto che segna fortemente la distanza temporale tra lo ieri e l’oggi dello schermo.

A proposito di traffico, quello che salta agli occhi è il diverso tipo di trasporti che viene usato a Central Park. Tantissime le biciclette, quasi inesistenti nella parte sinistra dello schermo.

A colpire è anche l’affluenza dentro l’American Museum of Natural History che si trova nell’Upper West Side di Manhattan dal 1869, anno in cui venne inaugurato. Nel video si può vedere, ai giorni nostri, la lunghissima fila di visitatori che come un serpente si allunga su tutta la scalinata dell’edificio.

E poi ancora, la Fifth Avenue, tra le vie più famose dello shopping, e Times Square, che ieri come oggi non dorme mai (anche senza tutti quei maxi schermo che la illuminano di notte). E infine c’è spazio e tempo anche per una passeggiata nei quartieri più noti, come Harlem.

Una città che alla fine del tour mantiene intatto per oltre 80 anni il suo fascino, che in fondo sembra aver resistito ai grandi cambiamenti: una città nuova come lo era già ieri non potrà mai invecchiare.

Immagine via YouTube