Un viaggio nella street art di Roma

Un viaggio nella street art di Roma

Se ci segui da un po’ ti sarai reso conto da solo del nostro debole per la street art. L’attenzione per questa forma d’arte è cresciuta negli ultimi anni, in maniera esponenziale, grazie soprattutto all’immediatezza nel coinvolgere il grande pubblico.

Tenersi però aggiornati su tutta la street art che ogni giorno viene creata è impossibile. La sua bellezza sta anche nel suo essere nascosta, da scoprire, immersa nelle pieghe più recondite del tessuto urbano. Non la si trova nei musei, ma casualmente passeggiando per la città.

Questo lavoro di Benjamin Messina vuole stimolare la curiosità degli appassionati e aiutare chi non ha la possibilità di recarsi fisicamente nei luoghi della street art romana, proponendo un tour virtuale.

Per realizzare il suo video si è fatto guidare dalla app per smartphone “Street Art Rome” che lo ha “indirizzato per le strade di Roma alla ricerca di meravigliose opere“, anche se, come specifica nella descrizione: “non è stato possibile immortalarle tutte“.

Benjamin ha girato la capitale in lungo e in largo, evitando i luoghi turistici più battuti. Videocamera in spalla è andato a Tor Marancia, al Quadraro, al Pigneto e alla Garbatella senza dimenticare San Lorenzo e la periferia di San Basilio. Il video che ne è venuto fuori è un cut up imperdibile per tutti gli appassionati di arte, in cui a parlare sono le immagini delle tag e dei murales più belli e meno famosi della capitale. Dalle geometriche composizioni di Moneyless e Clemens Behr fino a quelli più imprevedibili e fugaci disegnati sulla metropolitana.

Immagine tratta da Vimeo