Walter e Jesse sono

Walter e Jesse sono "tornati sul set" di Breaking Bad per beneficenza

Se oggi le serie TV hanno raggiunto la stessa dignità di un film, è grazie a prodotti eccellenti come i SopranoSix Feet Under, The Wire, Mad Men, Game of Thrones e ovviamente Breaking Bad, il capolavoro di Vince Gilligan.

Breaking Bad, vista da milioni di spettatori in tutto il mondo, fin da subito, ha attirato l’interesse anche della critica cinematografica e televisiva. È arrivata presto ai piani alti delle classifiche delle migliori serie TV. Per qualcuno, come movieplayer, è addirittura al primo posto tra quelle scritte meglio. Recensioni entusiaste e decine di premi: Emmy, Saturn, Golden Globe.

Perché vedere Breaking Bad

Per i pochi che ancora non l’avessero vista, o fossero indecisi se farlo oppure no, la risposta è netta: comincia oggi stesso. È ricca di colpi di scena, intensa, adrenalinica. Nei suoi momenti più accesi fa saltare sulla poltrona.

Sono molti i fattori che la rendono imperdibile, legati soprattutto alla sceneggiatura. La sua accuratezza scientifica è dovuta al contributo di professori universitari e chimici della DEA.

Ogni stagione è meglio dell’altra. Se la prima inizia un po’ lenta, come è normale che sia per presentare i personaggi, dopo decolla. La parabola di Walter White è inarrestabile. Da sfigato professore di chimica di Albuquerque (costretto a lavorare dopo scuola in un autolavaggio per arrotondare) ad Heisenberg: signore della droga. Walter inizia a “cucinare” metanfetamine quando incontra casualmente un suo ex studente, Jesse Pinkman.

Quanto tempo è passato dalla prima puntata di Breaking Bad

Di Breaking Bad sono state prodotte cinque stagioni, l’ultima delle quali divisa in due e trasmessa nel 2013. Il successo è ancora talmente grande che sembra sia stata prodotta l’altro ieri eppure la prima puntata risale al 20 gennaio 2008, ben dieci anni fa.

Ed è proprio per festeggiare questi dieci anni che Walt e Jesse sono “tornati sul set” di Breaking Bad. Hanno girato un video molto divertente per promuovere un’iniziativa lodevole.

Con l’obiettivo di raccogliere fondi per Omaze, Walter e Jesse (in realtà, Bryan Cranston e Aaron Paul) si sono messi a disposizione per incontrare i vincitori nel loro mitico camper.

Il video che puoi vedere qui sopra è irresistibile. È strano vedere i personaggi di una serie seria e drammatica vestire panni così buffi.

Aaron all’inizio del video spiega che il vincitore potrà portare con sé un amico dentro ai Sony Studios di Los Angeles per “cucinare un po’ di metanfetamine… o più probabilmente la colazione”. Per mostrare gli interni del camper si imbatte in Bryan, in vestaglia. Si capisce subito che dorme lì da mesi, fa i suoi bisogni nel cestino della spazzatura e usa la statuetta dell’Emmy come reggi carta igienica. “Mi manca tantissimo lo show” si lamenta Bryan sulla spalla del suo amico. Alla fine si scopre che pure Aaron non sta vivendo un periodo felice: lavora come guida turistica all’interno degli Studios. Non vogliamo spoilerarti la splendida citazione finale.

Come fare per partecipare al contest

Lo diciamo subito, purtroppo per motivi legali, i residenti in Italia non possono partecipare al contest. Lo trovi scritto sulla pagina di Omaze. In compenso però si può essere scelti dal vincitore come “amico da portarsi”.

Chi vincerà il contest potrà visitare il van, conoscere gli attori, scattare fotografie con loro, farsi raccontare gli aneddoti sul set, e ovviamente volo e hotel sono pagati.

Per partecipare bisogna fare una donazione. Ne puoi fare anche più di una. Attraverso un certo numero di donazioni puoi accaparrarti anche dell’esclusivo merchandising in tiratura limitata. Bisogna affrettarsi però, perché molto materiale sta terminando.

Ogni donazione contribuisce a due importanti cause. Una è per la Kind Campaign, un’organizzazione no-profit riconosciuta a livello internazionale che combatte il bullismo nelle scuole di tutto il mondo. L’altra è National Center for Missing and Exploited Children.

La scadenza per partecipare al concorso è il 31 agosto. I vincitori saranno annunciati intorno al 12 settembre.

Potresti vincere… e venire a trovarci… che sarebbe davvero bello… per favore, vieni… ti facciamo toccare l’Emmy… puoi fare anche i bisogni nel cestino…

Immagine di copertina