Le 7 app da avere nel 2015

Le 7 app da avere nel 2015

Anno nuovo, nuove applicazioni da scoprire. Il 2015 è iniziato e, in attesa che i vari smartwatch o Google Glass e simili prendano definitivamente piede, gli schermi di smartphone e tablet si candidano a vivere una nuova stagione da protagonisti. Con loro le app, ormai irrinunciabili strumenti per comunicare senza spendere un occhio della testa, orientarsi, giocare e chi più ne ha più ne metta. Abbiamo selezionato le migliori 7 fra le ultime uscite del 2014 che, secondo noi, spopoleranno nei prossimi 12 mesi.

Snowbuddy (iOs, Android): il periodo è quello giusto, meteo permettendo. L’app, disponibile gratuitamente per un non meglio precisato periodo limitato, permette di raccogliere e condividere statistiche sulle proprie prestazioni sulle piste e di orientarsi sulla mappa che ritrae tutto il mondo.

Wire (iOs, Android): quante volte è stata annunciata in pompa magna la nuova Whatsapp? Troppe. Anche questa volta si tratta di un’app di messaggistica e chiamate appoggiandosi alla Rete, ma il coinvolgimento del co-fondatore di Skype Janus Friis, l’estetica particolarmente curata e la possibilità di condividere anche i brani musicali fanno pensare a un futuro, se non radioso, promettente.

Here (Android): l’apprezzata app di Nokia per orientarsi in quasi 100 Paesi senza una connessione Internet non è una novità. La buona, e nuova, notizia consiste nella possibilità di scaricarla anche sui dispositivi Android.

WhichApp (iOs, Android): ancora messaggistica, con la chat firmata da un gruppo di sviluppatori italiani. Oltre a consentire di scambiarsi messaggi, che eventualmente si possono auto-distruggere dopo pochi secondi come vuole la moda del momento, mette sul piatto la traduzione automatica della lingua del destinatario. Se state chiacchierando con un cinese, inglese, francese, tedesco, russo, arabo, spagnolo, portoghese o giapponese, insomma, ci pensa lei a rendere gli scambi comprensibili.

Sleep better with Runtastic (iOs, Android): il noto, a chi fa sport, marchio ha lanciato anche un’app per monitorare la qualità del sonno e provare a migliorarla.

Frontback (iOs, Android): la mania delle selfie non accenna a esaurirsi. Con Frontback si possono affiancare alle foto del panorama. Come? Semplice: scatta sia con la fotocamera anteriore sia con quella posteriore!

Glympse Express (Android): semplice ed efficace, permette di condividere attraverso un’app, via mail o sui social network la posizione in cui ci si trova.