Questo metodo permette la crescita di una foresta in pochissimo spazio

Questo metodo permette la crescita di una foresta in pochissimo spazio

I dati ambientali sulla condizione delle foreste nel mondo non sono assolutamente confortanti. L’anno scorso sono stati persi 18 milioni di ettari. Per capirsi, più o meno come due volte la superficie del Portogallo

Un problema che abbiamo avuto già modo di trattare raccontandoti la storia del ragazzo americano che ha suggerito un metodo per contenerlo, usando vecchi cellulari.

Ogni minuto nel mondo sparisce una quantità di foresta pari a 36 campi da calcio e contemporaneamente vengono prodotte 114 automobili. A fare questo paragone è stato Shubhendu Sharma, un ex ingegnere automobilistico indiano che ha deciso di raccontare la sua esperienza in una conferenza di TED.

Dal 2010, Shubhendu si è dato un obiettivo a dir poco grandioso, quello di riforestare la Terra, trovando un metodo semplice e attuabile in qualunque parte del globo.

Tutto è iniziato dall’incontro con Akira Miyawaki, professore di biologia e botanica dell’università Yokohama; talmente fulminante che ha deciso di abbandonare il suo lavoro e dare vita al suo progetto, Afforestt.

Il suo metodo è in grado di creare a una foresta di 300 alberi in uno spazio occupato da sei macchine, con costi bassissimi. Come è possibile? Attraverso la concentrazione vegetale.

Prima di tutto bisogna studiare il suolo del terreno, poi le tipologie di alberi più adatte da piantare e quindi si cerca il concime. Una volta concimato il terreno bisogna piantare piccoli alberi non più alti di un metro e molto vicini tra di loro.

La concentrazione vegetale permette alla pioggia di essere conservata, mentre ogni foglia diventa humus. “In questo modo la foresta riesce a nutrirsi da sola“.

L’intervento dell’uomo, in questo caso, è ridotto al minimo. Quello che bisogna fare è estirpare le erbe infestanti e annaffiare quando è necessario. Paragonata alle piantagioni convenzionali, questa foresta cresce 10 volte più velocemente, le piante crescono 30 volte più fitte e la loro biodiversità è 100 volte superiore.

“Oggi grazie a questo metodo realizziamo foreste nelle case, nelle scuole e nelle fabbriche. Per venire incontro al gran numero di persone che vuole farlo anche a casa propria, stiamo lavorando su una piattaforma online dove condivideremo il metodo con licenza open source.”

In questo modo, anche senza la presenza fisica degli operatori di Afforestt, tutti noi, trovato un appezzamento di terra inutilizzato nelle nostre città, possiamo mettere in pratica questi preziosi insegnamenti.

Immagine via Flickr