In Alaska, ogni anno, i cittadini ricevono soldi gratis

In Alaska, ogni anno, i cittadini ricevono soldi gratis

Ti sei mai chiesto come sarebbe vivere in uno stato che elargisce soldi ai cittadini come un diritto? Bene, allora potresti trasferirti in Alaska.

Lo stato americano dell’Alaska, infatti, consegna ai propri cittadini centinaia di migliaia di dollari, senza chiedere nulla in cambio: l’unico requisito richiesto per ottenere i soldi è l’essere residente in Alaska da più di un anno.

Questa politica statale viene chiamata Permanent Fund Dividend, ed è ovviamente molto apprezzata dai residenti. L’idea che un’amministrazione statale possa dare un reddito minimo garantito, e che i cittadini possano vivere grazie a questi soldi, suscita curiosità in tutto il mondo: per questo la situazione dell’Alaska sta attirando l’attenzione dei media.

Il Permanent Fund Dividend è stato approvato nel 1976, dopo il noleggio di alcune licenze di trivellazione del petrolio da cui lo stato aveva guadagnato circa 900 milioni di dollari, e con cui aveva aperto un fondo per le generazioni future.

“Almeno il 25 percento del noleggio delle licenze sui minerali, delle proprietà, dei ricavi sulle vendite delle proprietà, dei pagamenti della distribuzione dei profitti minerali federali e dei bonus ricevuti dallo stato dovevano essere messi in un fondo permanente, il principale dei quali deve essere usato solo per investimenti che mirano alla produzione di reddito”, ha spiegato Valerie Mertz, CEO del Permanent Fund Dividend.

Negli anni, poi, il fondo ha continuato a crescere, diversificando i propri affari ed emancipandosi dal dipendere solo dal petrolio. Nel 2014, l’utile netto del Fondo era di 6,8 miliardi di dollari, e il dividendo distribuito a 640.000 cittadini di 1.884 dollari; quest’anno, invece, ogni uomo, donna e bambino residente in Alaska si aspetta di ricevere circa 2000 euro. Che non sono un quantitativo di soldi che fa impressione su base annua, ma che comunque rappresentano un bonus di cittadinanza completamente gratuito.

Inoltre, anche se ci sembra una somma trascurabile, questi soldi sono comunque utilissimi per la famiglie a basso reddito: secondo una ricerca condotta da Scott Goldsmith, professore di economia presso la University of Alaska, dagli inizi degli anni Ottanta l’Alaska è l’unico stato americano in cui il reddito delle classi meno abbienti ha subito un incremento più rapido rispetto alle classi più ricche. Negli altri stati, invece, è avvenuto l’esatto contrario. E i cittadini dell’Alaska ringraziano.