Questi architetti vogliono trasformare Central Park in un grattacielo orizzontale

Questi architetti vogliono trasformare Central Park in un grattacielo orizzontale

Central Park è uno dei luoghi più affascinanti di New York: un enorme parco al centro dell’isola di Manhattan in cui i newyorchesi spendono le loro giornate di relax leggendo un libro, facendo jogging o semplicemente godendosi l’ombra dei bellissimi alberi. Sia d’estate che d’autunno, Central Park è uno spettacolo incredibile.

Secondo gli architetti  Yitan Sun e Jianshi Wu però è arrivato il momento di ripensare questo spazio, creando un nuovo immaginario incredibilmente irreale per uno dei parchi più famosi del mondo. Partecipando all’eVolo Skyscraper competition, un concorso annuale di design e architettura, i due architetti hanno presentato un progetto veramente futuristico per la trasformazione di Central Park.

Secondo la visione di Sun e Wu, l’area di Central Park potrebbe trasformarsi in una gigantesca voragine profonda 300 metri. Un dislivello necessario per riuscire a realizzare un parco veramente portentoso, con montagne e laghi.

Le pareti che circondano il perimetro del nuovo parco, poi, sarebbero interamente a specchio, in modo da dare l’idea di uno spazio praticamente infinito a chi si trova al suo interno: un modo per dare l’illusione ai visitatori di trovarsi in un luogo completamente selvaggio, immersi totalmente nella natura e non al centro della metropoli più grande del mondo.

Il progetto prende appunto il nome di New York Horizon: un nuovo orizzonte all’interno della città, e un modo per riuscire a rendere ancora più unico e particolare un segmento di New York che già di per sé rappresenta un’oasi di verde all’interno di una metropoli.

Immagini: Copertina