Car sharing: come risparmiare con la mobilità sostenibile

Car sharing: come risparmiare con la mobilità sostenibile

Sempre più italiani scelgono la mobilità sostenibile: i fenomeni del car sharing e del car pooling sono in  continua espansione, sia per una crescente coscienza ambientale (si veda la nascita della città intelligente) ma soprattutto a causa dei costi insostenibili della manutenzione di un’autovettura.

Nonostante siano spesso erroneamente utilizzati come sinonimi, il car pooling ed il car sharing sono due sistemi distinti.

Il car sharing consente di noleggiare un veicolo e pagare solo l’effettivo tempo di utilizzo, mentre il car pooling consiste nel condividere un tragitto in una vettura privata e dividere le spese.

Il car sharing è una vera alternativa sostenibile, un “metodo” che permette di evitare quei costi fissi che i proprietari di auto devono sostenere. Utile a chi non possiede una macchina o a chi non può utilizzarla quando necessario, il car sharing riduce costi ed impatto ambientale.

Car2go: il car sharing all inclusive

Lanciato nel 2013 a Milano e ormai attivo da tempo nella Capitale, Car2Go il servizio di car sharing della Mercedes Daimler, ha conquistato più di 50.000 fan, raggiungendo una media di 700 iscrizioni al giorno, fino ad arrivare ad un’offerta di 600 vetture nel solo capoluogo lombardo  per poter soddisfare il numero sempre crescente di richieste, tanto che Hello bank!, la banca digitale di BNL Gruppo BNP Paribas, ha attivato una promozione dedicata al car sharing Car2Go.

Un successo senza pari che testimonia come gli italiani siano pronti ad usufruire di servizi di mobilità condivisa e sostenibile, incentivati dal risparmio e senza dubbio anche dall’inclusione nella tariffa del parcheggio gratuito e dell’accesso nelle zone a traffico limitato.

Pagata l’iscrizione con cui è possibile usufruire del servizio sia a Milano e a Roma, si ottiene una tessera magnetica che servirà per aprire una delle numerose Smart dislocate nella città, e che si possono individuare e prenotare anche attraverso delle app su smartphone e tablet.

L’utilizzo delle vetture è all inclusive: carburante, tasse, assicurazione, copertura kasko tutto è incluso nell’iscrizione al servizio di car sharing e nei 29 centesimi al minuto che si pagano durante il noleggio.

A Roma l’area iniziale del noleggio coprirà 90 km quadrati e come a Milano, potranno essere parcheggiate gratuitamente nei parcheggi delimitati dalle strisce blu. Solamente al termine del noleggio le auto  dovranno essere parcheggiate nelle stazioni fisse in cui la società di car sharing provvederà al rifornimento.

Mobilità internazionale

Numerosi sono gli accordi avviati nelle altre città italiane per attivare servizi di car sharing integrati tra loro così da poter effettuare tragitti più lunghi o noleggiare vetture con la stessa tessera in città diverse dalla propria. Sono inoltre appena nati i primi esperimenti di car sharing internazionale per poter noleggiare una macchina in un paese e consegnarla in un altro.

Anche nel sud stanno nascendo le prime iniziative di car sharing, ad esempio a Napoli, dove Ci.Ro introdurrà la condivisione di vetture elettriche per un servizio al cittadino di mobilità eco-sostenibile.

Oltre ad un risparmio economico infatti l’utilizzo del car sharing garantisce numerosi benefici a favore dell’ambiente e propone un approccio diverso alla mobilità ed al possesso, incentivando la condivisione ed un consumo più consapevole.