Ecologica, resistente, bellissima: è la casa

Ecologica, resistente, bellissima: è la casa "geodetica" in California

Se ti appassiona l’architettura, sei nel posto giusto: ti abbiamo già raccontato altre volte di case che si adattano alla natura che le circonda, o di modelli di casa ecosostenibile, magari una casa realizzata in rifiuti riciclati. Oggi ti parliamo di un’abitazione che è riuscita a essere tutte e tre queste cose insieme: una casa geodetica in California.

A guardarla dall’alto, parrebbe il relitto di un’astronave ficcata nel terreno. È invece una grande e luminosissima casa che è stata il nido di una famiglia per quarant’anni. Costruita amorevolmente da una coppia in un terreno a 30 minuti da San Francisco, è una casa “geodetica”. Sheila Williamson e suo marito impiegarono ben sette anni per costruirla. Scopriamola insieme.

casageodetica4

Cos’è una casa “geodetica”

La casa, che ha due camere da letto, due bagni e altri grandi spazi, è costituita principalmente da tre calotte emisferiche, una delle quali molto grande.

casageodetica8

Una cupola geodetica è una struttura realizzata tramite l’intersezione di triangoli rigidi giacenti su una superficie sferica. È molto resistente, poiché tutti gli sforzi locali, data la forma, si distribuiscono in modo uniforme sull’intera struttura. Ma c’è di più: la cupola geodetica è l’unica struttura che l’uomo può costruire con la garanzia che all’aumento delle dimensioni corrisponda un aumento della stabilità e della resistenza (decisiva in caso di terremoto): più è grande, più è sicura. Inoltre, fra le costruzioni basate su componenti lineari rigidi, è quella in cui al massimo volume corrisponde il minimo peso. Molti appassionati negli Stati Uniti sono attratti dalla sua funzionalità.

Ma torniamo alla “nostra” casa geodetica. Come ricorda Williamson, ottenere dalle istituzioni la licenza a costruire fu la prima di una serie di imprese. Ci riuscirono, e, collaborando con un ingegnere, costruirono da soli la casa ispirandosi agli esperimenti architettonici del geniale Buckminster Fuller. La casa è un esempio di recupero virtuoso di materiali scartati: il marito di Williamson, infatti, realizzò da sé tutti i pannelli triangolari riciclando il legno di una fabbrica demolita nei dintorni.

Il progetto era così entusiasmante che molti bambini del vicinato collaborarono, alcuni nascondendo messaggi nei pannelli, nella speranza che qualcuno li legga nel caso che l’edificio venga un giorno demolito.

casageodetica7

Guarda da vicino una casa geodetica

L’ingresso principale conduce alla cupola “maestra”. È un enorme eppure accogliente spazio caratterizzato dal colore caldo del legno: contiene un ufficio, una cucina a vista, un bellissimo lucernario.

casageodetica3

Il soggiorno è valorizzato da un blocco unico di 14 finestre triangolari che regalano una vista ampia sulla Reliez Valley californiana.

Salendo una breve scalinata, si raggiungono le altre due cupole, più piccole. Contengono le camere da letto e una magnifica terrazza.

casageodetica9

Vivere a strettissimo contatto con la natura in una casa ecologica era il sogno della coppia. Guardando le immagini della casa geodetica, si comprende perché la signora Williamson, con figli ormai grandi e rimasta da poco vedova, abbia deciso di mettere in vendita la casa. Così bella, così grande e così piena di ricordi, dev’essere davvero troppo per una persona sola.

casageodetica6

Immagini: Copertina|1-6|