Queste case in California  sono perfette per combattere il blocco dello scrittore

Queste case in California sono perfette per combattere il blocco dello scrittore

Quando siamo a casa spesso non ce ne rendiamo conto, ma si nascondono ovunque distrazioni che ci distolgono dai lavori quotidiani. Abbiamo imparato a resistere con risultati più o meno soddisfacenti, ma spesso prendono il sopravvento. Il citofono che suona all’improvviso, i gatti che miagolano e vogliono essere coccolati, il cellulare che riceve notifiche whatsapp in continuazione, per non parlare dei social network in tutte le loro “minacciose” forme.

La nostra calma e tranquillità vengono messe in pericolo quando dobbiamo svolgere un lavoro importante che necessita di un altissimo livello di concentrazione. Ad esempio durante lo studio o la stesura di un testo, che sia un romanzo o una tesi. Superare il cosiddetto “blocco dello scrittore” è già impresa non agevole, farlo anche in queste condizioni diventa praticamente irrisolvibile. Chi ha la fortuna di avere una casa fuori porta, in questi casi, la raggiunge senza pensarci due volte, per staccare la spina e per trovare la concentrazione necessaria.

Tra le soluzioni possibili per trovare la pace di cui hai bisogno, da oggi, ci sono anche le case del Djerassi Resident Artists Program situate sulle montagne di Santa Cruz in California. Il luogo è stato pensato appositamente per quegli artisti che devono ricaricare la mente per creare.

Concentrandosi proprio sulla necessità di questi artisti, l’architetto Cass Calder Smith, che ha sviluppato queste case a prova di distrazione, ha detto: “Ho pensato a quello che avrebbe ispirato uno scrittore in questi luoghi, la suggestione di questi paesaggi, e ho pensato che l’unico modo era quello di “aiutarlo” a contemplarli, viverli, dandogli la possibilità di guardare fuori e passeggiare nei dintorni”.

case

Per permetterlo, Smith ha privato le sue case di tutte le distrazioni possibili, lasciando nell’elegante interno soltanto un letto, una scrivania e una sedia. Le case sono 4, ognuna misura 26 metri quadrati e sono posizionate in fila: ma niente paura è come se fossero indipendenti, dato che le pareti non sono condivise e una volta che si è dentro non si possono vedere gli altri edifici.

case

Le case sono riscaldate tramite energia solare, grazie alla copertura metallica di zinco. Una porta scorrevole si apre verso sud dando la possibilità di passeggiare liberamente e in pace.

case

L’arredamento pur essendo ridotto all’essenziale è estremamente confortevole. Non c’è niente che possa distrarti, ma è tutto fatto apposta per farti raggiungere uno stato di contemplazione perfetto, per ammirare la bellezza naturale o iniziare finalmente quel romanzo che hai nel cassetto da anni.

case

Immagini via Facebook