Vivere ecologico in una casa da favola. Le case più green sono quelle degli hobbit

Vivere ecologico in una casa da favola. Le case più green sono quelle degli hobbit

Le forme tondeggianti, le piccole dimensioni, i tetti ricoperti di paglia o erba sono le caratteristiche che hanno fatto sì che un certo tipo di case venisse identificato come le case degli hobbit.
In realtà il nome più corretto di queste case è case ipogee, o earth houses in inglese, perché costruite in parte o interamente nella terra. Incastrate nel terreno queste case sono fatte di fango, legno, paglia, pietra, tutti materiali totalmente ecosostenibili per un risultato a bassissimo impatto ambientale.

Ma una casa ipogea non è solo una casa ecologica, particolare e dal design originale ma è soprattutto una casa economica. I materiali naturali costano molto poco così come quelli riciclati. E assicurano un isolamento termico efficace. I tetti caratteristici rivestiti di fango e erba sono molto isolanti così come le balle di fieno utilizzate per il pavimento. Le travi rigorosamente in legno e le fondamenta di pietra.

Per questo da piccole case fantasiose, le case da hobbit si stanno trasformando in un modello architettonico eco-sostenibile utilizzato in molti complessi residenziali, dalla Svizzera alla Danimarca, dove le case uniscono ecologia e design. Perché alcune sono dotate anche delle tecnologie più avanzate, ad esempio pannelli solari e mini impianti per autoprodurre energia.

Ecco le case hobbit più ecosostenibili del mondo.

Una delle più famose, quella costruita da Simon Dale un fotografo naturalista, realizzata con circa 3500 euro in Galles.

Il complesso residenziale Earth House Estate Lättenstrasse in Svizzera.

Le due ville dello studio di archittettura Bauen in Paraguay.

Le case della comunità sostenibile Okosamfundet Dyssekilde, Danimarca.