Chernobyl si sta ripopolando di animali

Chernobyl si sta ripopolando di animali

Quello che sta succedendo oggi a Chernobyl deve farci riflettere. Il 26 aprile 1986 quello che doveva essere un normale test di sicurezza è diventato il peggior disastro nucleare della storia. Sono passati quasi trent’anni e quelle zone sono rimaste disabitate

Proprio grazie all’assenza di uomini però la natura da qualche tempo ha iniziato a fiorire di nuovo e quella che rimane tuttora un’area off-limits per gli esseri umani si sta ripopolando di numerose specie di animali.

A riportare la notizia è stato Jim Smith, uno scienziato ambientale che ha pubblicato un report su quello che sta accadendo negli ultimi mesi a Chernobyl.

“Il paesaggio è ritornato ormai a essere quello del resto dell’Ucraina e della Bielorussia, ma senza gli esseri umani”, ha detto Jim.

Lupi, alci, orsi, linci, caprioli, cervi rossi e decine di altre specie stanno ripopolando tutta l’area evacuata. Da quando 330mila persone furono costrette ad abbandonarla, quell’area di 2500 chilometri quadrati sta vivendo una seconda vita. Oggi “la natura è florida“, ha scritto Jim.

I primi studi sulla zona, subito dopo il disastro, avevano registrato i gravi effetti delle radiazioni anche attraverso il calo della fauna selvatica.

Adesso invece qualcosa sta cambiando, quasi con certezza si può dire che gli animali che stanno ripopolando Chernobyl siano addirittura di più di quelli presenti prima dell’incidente. Il numero di lupi che vive oggi nell’area è sette volte maggiore di quello delle altre riserve del paese.

L’inaspettata “riserva naturale” si sta popolando di erbivori e carnivori, incluse rare specie di linci e orsi che non si vedevano in queste zone da quasi un secolo.

Jim Smith ha voluto precisare però una cosa importantissima. Con questo studio non si vuol far passare il messaggio che i livelli di radiazione siano buoni e accettabili per gli animali. Le analisi a riguardo tendono ad escluderlo. Quello che però Jim ha voluto aggiungere è qualcosa di molto importante: “la mano dell’uomo per il mondo animale a volte è peggiore di qualsiasi radiazione“.

Immagine tratta da Chernobyl Webcams