Colli Amerini in bici: una delle escursioni più belle dell'Umbria

Colli Amerini in bici: una delle escursioni più belle dell'Umbria

Il cicloturismo è una delle modalità migliori per conoscere un determinato territorio, e dedicarsi all’esplorazione dei più bei luoghi naturali d’Italia. In bici si possono esplorare laghi, montagne, e campagne. In ogni regione ci sono tracciati interessanti, e per quanto riguarda l’Umbria quello dei Colli Amerini è uno dei migliori.

ll comprensorio amerino è piuttosto vasto, e contiene svariati piccoli comuni. Ognuno di questi si trova in zone collinari, con altitudini che vanno dai 300 metri ai 750. All’interno di questa area rurale, una delle più antiche dell’Umbria, si sviluppano chilometri e chilometri di sentieri. Il più famoso è quello che tocca i comuni di Amelia, di Montecastrilli e Guardea.

Amelia è una città facilmente raggiungibile dall’autostrada A1, seguendo l’uscita di Orte, per poi seguire le indicazioni. La tappa di partenza è la piazza principale di Amelia, da cui si snoda una strada che raggiunge quasi subito le campagne circostanti.

Il primo segmento va fino al paesino di Sambucetole, a circa sette chilometri da Amelia. Per portarlo a termine si prende un sentiero che costeggia il fondovalle di Amelia, uscendo poi sulla provinciale SP9 e risalendo una strada sterrata che sale su di una collina, in località Lacuscello. Qui si possono ammirare le bellissime rovine di un antico castello medioevale. Proseguendo per il sentiero, immerso nella natura, si arriva fino a Sambucetole, dove si può fare una breve sosta.

umbria-1

Successivamente si riprende la strada sterrata, e si prosegue verso Frattuccia. Dalla sommità della collina, mentre si pedala, si può osservare il famoso borgo di Castel dell’Aquila. Dopo circa un chilometro, poi, è possibile ammirare il Palazzo di Forte Cesare, uno dei più caratteristici dell’Umbria.

Il tracciato prosegue toccando i piccoli, ma caratteristici, borghi di Toscolano e Melezzole. La seconda tappa, Santa Restituta, si trova infatti oltre queste località, ad appena due chilometri dalla provinciale SP 37.

A questo punto inizia la parte più impegnativa del tracciato, quella che porta fino a Rocco Basso. Attorno a questa zona si sviluppano molti altri itinerari interessanti, fra cui il Percorso della Luce e L’antica via Amerina. Decidendo di proseguire verso il comune di Montecastrilli, si deve continuare per il sentiero sterrato per altri sei chilometri.

umbria-2

A questo punto l’itinerario si fa più piacevole e scorrevole: si pedala tranquillamente mentre si ammira la campagna circostante per diversi chilometri, fino a che non si toccano i piccoli borghi che fanno parte del comune di Guardea. A questo punto la strada sterrata si interrompe, e dopo una sosta si può ripercorrere a ritroso il percorso fino ad Amelia.

Il percorso descritto presenta una lunghezza di circa 54 chilometri, e un dislivello totale di 1350 metri. Tutte le strade sono percorribili sia con la mountain bike normale, che con le bike a pedalata assistita. I sentieri comunque non presentano tratti tecnicamente impegnativi e il tracciato è adatto anche ai meno esperti. L’escursione può essere tranquillamente portata a termine in mezza giornata, facendo delle pause per visitare i borghi, godendo la vista dei panorami, e assaggiare le specialità offerte dai ristoranti della zona.

Immagini: Copertina | 1 | 2