Come fare un trasloco

Come fare un trasloco

Anche se spesso coincide con nuovi inizi e rinnovati entusiasmi, il momento del trasloco è una delle fasi più stressanti della vita di ognuno, senza contare le pratiche burocratiche. Che siate individui stanziali o nomadi senza fissa dimora, cambiare casa e abitudini senza un’adeguata organizzazione alle spalle può rivelarsi infatti un evento piuttosto traumatico che rischia di compromettere seriamente l’equilibrio psico-fisico di chi si appresta a spostarsi da un’abitazione all’altra. Sia vi apprestiate a traslocare per necessità impellenti, sia per semplice volontà di cambiamento, occorre necessariamente definire adeguate strategie di salvataggio e precise istruzioni su come fare un trasloco ottimizzando tempi ed energie.

Attraverso alcuni suggerimenti, cerchiamo dunque di mettere a fuoco i piccoli accorgimenti che possono rendere meno gravoso questo impegno ed evitare ingenti danni collaterali, sia dal punto di vista economico che emotivo.

Prima di procedere alle operazioni d’imballaggio e spedizione di oggetti, indumenti e mobili che con voi hanno condiviso la vecchia abitazione, occorre assolutamente ricordarsi di eseguire le seguenti operazioni:

  1. Effettuare la disdetta della vecchia casa non solo al proprietario, ma anche all’amministratore del condominio nel caso siate affittuari dell’appartamento che lasciate ad altri. Questa va inviata solitamente in forma scritta e per raccomandata tre mesi prima del trasloco
  2. Ricordarsi di staccare gli allacciamenti esistenti (luce, acqua, gas, telefono…) e programmarne di nuovi. L’operazione implica naturalmente il saldo delle bollette eventualmente insolute e la compilazione delle apposite carte previste dal rivenditore di energia e spesso può rivelarsi un’incombenza meno rapida di quanto previsto. Questo in vista dei futuri conguagli.
  3. Compilare una lista degli oggetti da buttare via, delle cose da salvare che si vogliono portare con sé e di mobili e accessori da acquistare per la nuova abitazione. Si tratta spesso di una delle fasi più difficili del come fare un trasloco, per il carico emotivo che comporta abbandonare pezzi della propria vita e per il conseguente dubbio lacerante fra prendere o lasciare. Potete inoltre pensare a regalare alcuni dei vostri oggetti oppure venderli.

Prepararsi all’imballaggio procurandosi:

  • scatole di cartone di varie dimensioni – Per risparmiare tempo e denaro si può richiedere ai propri negozianti di fiducia di conservare per noi gli imballaggi più capienti delle loro merci;
  • alcuni rotoli di scotch per imballaggio (non bastano mai!) per chiudere gli scatoloni una volta riempiti;
  • pennarelli a punta grossa per segnarne il contenuto;
  • fogli di carta con le bolle (tecnicamente detti pluriball) e carta di giornale per impacchettare gli oggetti più fragili;
  • block notes su cui annotare il numero di scatoloni e il loro contenuto.

Una volta pianificati i punti fondamentali dell’organizzazione, come fare un trasloco vi sembrerà un compito meno arduo di quanto avevate inizialmente temuto.

Nell’affrontare la fase che comporta riempire degli scatoloni di indumenti e oggetti di vario genere e diversa dimensione, tenete presente innanzitutto che gli oggetti più pesanti vanno messi sulla base, mentre quelli più leggeri e meno ingombranti potranno essere sistemati più in superficie. E’ buona norma inoltre non sovraccaricare la scatola con un peso eccedente i 20 kg, allo scopo di renderne più agevole il trasporto (i libri andranno pertanto suddivisi in contenitori diversi!).

Un’attenzione particolare va dedicata all’imballaggio degli oggetti fragili, come piatti, bicchieri e soprammobili preziosi e delicati: avvolti con la pluriball e circondati da carta di giornale appallottolata per difenderli dagli urti, andrebbero di fatto collocati in scatole più piccole, senza lasciare spazi vuoti e riempiendone le cavità.

Come fare un trasloco garantendo la migliore sistemazione al trasporto dei vostri indumenti? Per non rischiare di raggrinzirli o stressarli irrimediabilmente ci vengono in soccorso appositi bauli- armadio acquistabili online, in cui riporli comodamente dopo averli riparati in buste di plastica trasparenti.

Da non dimenticare infine una borsa da portare a mano, riempita dei vostri documenti e degli oggetti di prima necessità.