Gli scatti vincitori del concorso di fotografia subacquea

Gli scatti vincitori del concorso di fotografia subacquea "Through Your Lens" ti lasceranno a bocca aperta

Se ami scattare foto saprai che oggi sono molte le occasioni per rendere noti i risultati della tua passione. Se poi ami anche il mare e le immersioni, devi sapere che un’occasione imperdibile è il concorso “Through Your Lens” indetto da 13 anni dalla rivista Scuba Diving.

Quest’anno le foto pervenute alla redazione sono state addirittura più di 2.500. Come ha ammesso il direttore della rivista, selezionarne una dozzina per la premiazione è stato un compito davvero arduo.

Le categorie del concorso sono 4: una dedicata alle foto grandangolari, una alla fotografia macro, una agli scatti realizzati con macchine compatte, infine una dedicata alle foto concettuali. In più, uno scatto, che prescinde dalle categorie e non è già risultato vincitore in esse, viene eletto vincitore assoluto ricevendo il Gran Premio. Vediamo le straordinarie foto che hanno vinto e i loro incredibili soggetti.

Vincitore Assoluto

Il Gran Premio l’ha vinto Greg Lecoeur, fotografo nativo di Nizza, con questa foto strepitosa.

scubadiving2

L’immagine mostra esemplari di sula bassana (Morus bassanus), bellissimi uccelli marini, che afferrano degli sgombri dopo aver rotto la superficie dell’acqua in picchiata rapidissima. È stata scattata nelle acque dell’isoletta scozzese di NossLe sule scendono sull’acqua in picchiata alla pazzesca velocità di 100 km orari (velocità che può essere pericolosa quando c’è troppo “traffico” sott’acqua), arrivando fino a 10-15 metri di profondità per raggiungere le prede. Le puoi vedere in questo bel video della BBC.

Vincitore della categoria Macro

Questo scatto magnifico sembra il frame di un film fantasy. La foto è di Raoul Caprez, che l’ha scattata a Islote Pelado, un grande scoglio di 200 m² dalle parti della spiaggia di Ayangue, sulla costa pacifica dell’Ecuador.

scubadiving4

Caprez ha raccontato che, una volta immersosi e trovatosi davanti un’enorme tartaruga di mare per nulla timorosa di lui, si era pentito di aver montato un obiettivo Macro. Poi si è accorto che un pesce pulitore gironzolava per il corpo della tartaruga. Quello dei pulitori e delle tartarughe è un tipico esempio di “simbiosi di pulizia” fra animali diversi. Accortosi che il pulitore si aggirava anche dalle parti dell’occhio della tartaruga, l’autore ha atteso il momento giusto, poi ha scattato.

Vincitore della categoria Foto Grandangolari

Questo scatto è del fotografo Rodney Bursiel in Polinesia. Spostandosi dalla piccola e cuoriforme isola di Tavarua alla più grande Tonga, si è imbattuto nella sezione finale di un gruppo di balenottere, riuscendo a fotografare la coda di un piccolo di balenottera proprio appena prima che completi la sua immersione. Uno scatto epico.

scubadiving3

Vincitore della categoria Compatte

La foto seguente è straordinariamente suggestiva. E interessante, come il suo soggetto. L’ha scattata Kevin Richter durante una sessione di “muck diving”: un genere di immersione in acque tutt’altro che limpide, calde, profonde e ricche di coralli. Si tratta invece di immersioni in fondali sabbiosi, opachi, pieni di scarti e relitti e… di incredibili animali con eccezionali doti di mimetismo che raramente potresti vedere altrove.

scubadiving6

La foto ritrae un coloratissimo “polpo noce-di-cocco”, molto intelligente e abituato a raccogliere gusci di noce di cocco o semplici conchiglie ove rifugiarsi. Misura 8 cm (senza contare le zampe) e sul corpo colorato presenta caratteristiche venature scure. La foto sembra notturna, in realtà è stata scattata in un pomeriggio assolato: l’effetto, dato dal flash che illumina dall’alto, è voluto dal fotografo (che ha saputo cogliere il momento giusto).

Il concorso riceve spesso foto di tale genere. Come questa del fotografo triestino Adriano Morettin.

Vincitore della categoria Foto Concettuali

Il fotografo Helmut Theiss ha vinto questa categoria con una foto molto divertente. Lo scopo della foto, dichiara l’autore, è quello di dare un’immagine di chi pratica il sub che scacci l’immagine tipica del palombaro che fa “su e giù” su una corda. Immergersi significa infatti saper stare in acqua nel modo più naturale possibile. Per accentuare quest’idea di naturalezza la foto è stata scattata con luce naturale a una decina di metri di profondità.

Per vedere anche tutte le foto che hanno vinto il secondo e il terzo premio nelle varie categorie visita il sito della rivista. Ne vale la pena. 

Immagini: Copertina |1 | 2 3 4 |